cerca

La pazza alternativa spagnola al modello Rajoy

Il governo socialista firma con Podemos un patto per la Finanziaria 2019: più tasse e balzelli per patrimoni e imprese da un lato, assistenzialismo a pioggia dall’altro

12 Ottobre 2018 alle 10:19

La pazza alternativa spagnola al modello Rajoy

Pedro Sanchez incontra Pablo Iglesias a Madrid (foto LaPresse)

Roma. Il paese dei Balocchi è infine arrivato anche in Spagna, dove il governo del socialista Pedro Sánchez, che dipende dai massimalisti di sinistra di Podemos, ha celebrato ieri la firma di un patto per la legge Finanziaria del 2019 che si può riassumere così: più tasse e balzelli per patrimoni e imprese da un lato, assistenzialismo a pioggia dall’altro.

 

L’accordo è soltanto un documento programmatico (ed elettorale, dicono i maligni, poiché non è affatto sicuro che l’esecutivo Sánchez durerà abbastanza da portare la legge alle Cortes), e dunque le previsioni economiche sono abbozzate. Non si sa, per esempio, se e di quanto aumenterà il deficit.

    

Gli analisti tuttavia prevedono un’impennata delle spese di almeno cinque miliardi di euro, divisa in iniziative come l’aumento del salario minimo a 900 euro al mese, aumento delle pensioni, bonus sulla bolletta dell’elettricità, bonus genitoriali, finanziamenti a pioggia a varie categorie. Tutte misure di afflato decisamente populista che saranno ripagate, almeno in parte, con l’aumento delle tasse.

     

Il programma di legge prevede un aumento dell’un per cento della patrimoniale per i patrimoni superiori ai 10 milioni di euro, un aumento dell’Irpef per i più ricchi, la Tobin tax sui mercati, una “tassa digitale” per le multinazionali tech americane. Come si vede, molto assistenzialismo, molte tasse e poco slancio alla produttività. Esattamente il contrario di quello che aveva fatto Mariano Rajoy, il premier conservatore che Sánchez ha disarcionato questa primavera con una manovra di palazzo: grazie a politiche di austerity e ad alcune manovre espansive, Rajoy era riuscito a rimettere a posto i conti della Spagna post crisi e a ottenere tassi di crescita del pil superiori al 3 per cento. Sánchez e i suoi alleati massimalisti hanno deciso che la mucca è abbastanza grassa per essere munta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi