cerca

Scaroni spiega perché Salvini dovrebbe rompere col M5s

Secondo il presidente del Milan e banchiere Rothschild “meglio la paralisi dell’ideologia grillina che il leader della Lega ha il merito di contrastare”

6 Agosto 2019 alle 06:15

Teorema Scaroni

In foto Paolo Scaroni (Wikimedia Commons)

Roma. Paolo Scaroni, ex amministratore delegato dell’Eni, vicepresidente di banca Rothschild e presidente del Milan, da tempo teorizza che sia meglio un governo fermo anziché un governo dannoso perché appiattito sull’ideologia della decrescita grillina. E per questo Scaroni preferisce Matteo Salvini che “si batte come un leone” per contrastare l’opera di demolizione dei progetti infrastrutturali, come la Tav, da parte del Movimento 5 stelle. Una posizione, dice Scaroni, condivisa dalla comunità degli affari del nord Italia, benché anche lì l’azione...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Alberto Brambilla

Alberto Brambilla

Nato a Milano il 27 settembre 1985, ha iniziato a scrivere vent'anni dopo durante gli studi di Scienze politiche. Smettere è impensabile. Una parentesi di libri, arte e politica locale con i primi post online. Poi, la passione per l'economia e gli intrecci - non sempre scontati - con la società, al limite della "freak economy". Prima di diventare praticante al Foglio nell'autunno 2012, dopo una collaborazione durata due anni, ha lavorato con Class Cnbc, Il Riformista, l'Istituto per gli Studi di Politica Internazionale (ISPI) e il settimanale d'inchiesta L'Espresso. Ha vinto il premio giornalistico State Street Institutional Press Awards 2013 come giornalista dell'anno nella categoria "giovani talenti" con un'inchiesta sul Monte dei Paschi di Siena.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi