cerca

Chi fa di più per l'ambiente?

L'Italia è leader nell'Ue per sostenibilità ambientale. L'ambizione a un ruolo politico di primo piano nello sviluppo del Green New Deal europeo

30 Settembre 2019 alle 11:36

Il Green New Deal annunciato da Ursula von der Leyen punta a una piena de-carbonizzazione della società europea entro il 2050, ponendo ancora una volta la Ue all’avanguardia nella lotta globale ai cambiamenti climatici.

 

I due pilastri del Green Deal europeo

Regolamentazione e dazi sono alla base dell'accordo Ue sul clima per evitare il dumping degli altri paesi. Come si paga il conto. Andassero a protestare in Polonia, dice Macron rivolto agli ambientalisti

  

L’Italia può ambire a un ruolo politico di primo piano in questo processo, grazie all’ottima performance in termini di sostenibilità ambientale, che la colloca in cima alla classifica dei paesi europei più virtuosi. In rapporto al pil le emissioni di gas serra risultano del 21 per cento più basse della media Ue, il consumo di materia prima del 36 per cento e il consumo di energia del 57 per cento.

 

Ma gli sforzi europei da soli non bastano. Gli Accordi di Parigi sul clima del 2015 sono stati già sconfessati dagli Stati Uniti, uno tra i paesi più inquinanti al mondo. Ma anche se mantenuti non basterebbero a contenere il riscaldamento globale entro livelli considerati accettabili. È soprattutto dalla Cina, già oggi responsabile di più di un terzo della CO2 prodotta sulla Terra e con una forte crescita attesa delle emissioni almeno fino al 2030, che deve venire un maggior impegno.

   
A cura del Centro studi di Confindustria

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Giovanni

    30 Settembre 2019 - 16:28

    Sono perplesso riguardo ai dati sulla Cina in quanto forse non si tiene conto che quel paese ha quasi tre volte la popolazione dell'Europa. Quali sarebbero i dati se si calcolassero sul numero di abitanti?

    Report

    Rispondi

Servizi