Tom Wolfe, reactionary chic

Lo scrittore raccontato da Taki Theodoracopulos, cronista di vite mondane sbucato da un suo romanzo

Mattia Ferraresi

Email:

ferraresi@ilfoglio.it

18 Maggio 2018 alle 06:19

Lo stile e la scrittura di Tom Wolfe

Tom Wolfe

New York. Taki Theodoracopulos, ereditiere greco con accento britannico, playboy ottuagenario, judoka della terza età, pozzo di aneddoti altolocati e instancabile cronista di vite mondane, a cominciare dalla sua, è un personaggio uscito dalla penna del suo vecchio amico Tom Wolfe, anche se con le sue brillanti provocazioni populiste si colloca nell’archetipo non del radical chic quanto del reactionary chic. Ha ricevuto la notizia della morte di Wolfe nella sua casa di Park Avenue, dove passa la primavera e l’autunno...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi