Lo stile e la scrittura di Tom Wolfe

Lo scrittore si era definito “neo-pretentious” nel suo modo di vestire. Ma nei suoi libri era l'esatto contrario

15 Maggio 2018 alle 21:22

Lo stile e la scrittura di Tom Wolfe

Tom Wolfe

L’ultima volta che lo hanno crocifisso – parlando di letteratura – fu quando scrisse “Io, Charlotte Simmons”. Come osava uno scrittore maschio settantenne scegliere come protagonista del suo romanzone una ragazza al primo anno di università? Come poteva un gentiluomo della Virginia che aveva come divisa i completi bianchi con l’orologio nel panciotto e certe scarpe bicolori personalmente disegnate e fatte fare a Londra, raccontare una ragazza con l’ombelico scoperto? Come poteva, e soprattutto come osava?   Poteva, certo che...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi