Come uno zabaglione amaro

Il trionfo del brutto a New York, datato ma sempre attuale. L’arte moderna che va in decomposizione e i ricchi che credono nel fantasma di un’avanguardia perpetua. Zibaldone di ritagli ingialliti dal tempo

30 Aprile 2018 alle 12:11

Come uno zabaglione amaro
Scartafascio di note, ritagli di giornali ormai giallognoli, roba rubacchiata qua e là quasi senza ordine vero o logica. Pensieri diluiti nel tempo, collana di ritagli carichi di roba acida, opinioni spesso dotte ma ridotte a frammento, riflessioni e veleni, constatazioni amare e spesso comiche, partigianerie molte. Collezionare nel tempo con l’idea di tenere insieme in un abbraccio flebile frammenti apparentemente eterogenei come per allestire un personale teatrino posato sul paludoso terreno ove dimora il fabulous regno delle arti belle....

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi