cerca

La chiusura delle scuole euforizza un po' anche i genitori

I ragazzi si abbracciano perché la scuola resterà chiusa fino al 15 marzo, in famiglia si va nel panico ma poi si dice: avoja

5 Marzo 2020 alle 06:00

La chiusura delle scuole euforizza un po' anche i genitori

(foto Unsplash)

La paura del contagio e la paura di questa apocalisse con complicazioni respiratorie è stata sostituita, in una giornata, dal pensiero di tutti i nostri figli a casa, senza scuola. Che ne sarà di loro, anzi che ne sarà di noi. Un minuto prima eravamo terrorizzati dal coronavirus, un minuto dopo siamo terrorizzati dai figli a casa. La domanda quindi è sempre la stessa, sempre un po’ scema: come faremo? Loro sono euforici, per tutto il giorno hanno tifato via...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Annalena Benini

Annalena Benini

Nata a Ferrara nel 1975. Giornalista e scrittrice, è al Foglio dal 2001. Scrive. Cura un inserto, il Figlio, che esce ogni venerdì ed è anche un podcast. Lettere rubate è la sua rubrica di libri che esce il sabato.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • eleonid

    05 Marzo 2020 - 08:16

    Scegliere il minore dei mali è un proverbio di buon senso che va sempre di moda. Certo, è meglio essere in salute e un po' ignoranti che viceversa. "Speriamo che io me la cavo" come quel titolo di un vecchio film.

    Report

    Rispondi

Servizi