cerca

Boeri sui migranti e gli avvelenamenti ad Amesbury

Che cosa è successo in Italia e nel mondo in poche righe e senza fronzoli. Le notizie del giorno in breve

4 Luglio 2018 alle 21:54

Boeri sui migranti e gli avvelenamenti ad Amesbury

Foto LaPresse

DALL'ITALIA

  

“L’italia ha bisogno degli immigrati regolari”. Così il presidente dell’Inps, Tito Boeri, a margine della presentazione della relazione annuale dell’Istituto. “Abbiamo bisogno di migranti regolari che paghino contributi. Tra l’altro ridurrebbero l’immigrazione clandestina”, ha detto Boeri. Nei primi sei mesi del 2018, rileva l’Ismu, sono sbarcati in Italia, Grecia, Spagna e Cipro 45 mila migranti. Il flusso verso l’Italia è diminuito dell’80 per cento rispetto allo stesso periodo del 2017.


La Lega si appella a Mattarella. Il Carroccio chiederà un incontro col capo dello stato per discutere di quello che Salvini ha definito un “processo politico” dopo che la Cassazione ha ritenuto legittimo il sequestro di fondi della Lega.


Sì alla sperimentazione del taser per la sicurezza in undici città. La pistola elettrica sarà data in dotazione a Polizia, Carabinieri e Guardia di finanza.


Borsa di Milano. FtseMib +1,57 per cento. Differenziale Btp-Bund a 235 punti. L’euro chiude stabile a 1,16 sul dollaro.

  

DAL MONDO

   

L’accordo sul nucleare iraniano dipende dalle garanzie che Teheran riceverà dagli altri firmatari. Lo ha detto Hassan Rohani in conferenza stampa a Vienna che ha inoltre definito “illegale” la decisione degli Stati Uniti di uscire dal deal.


Due avvelenamenti ad Amesbury, in Gran Bretagna, a 15 km da Salisbury dove era stato avvelenata l’ex spia russa Serghei Skripal. La polizia ha fatto sapere che la sostanza utilizzata è sconosciuta.


In Polonia proseguono le proteste contro la riforma della Corte suprema. Oggi il premier polacco Morawiecki era a Strasburgo al Parlamento europeo.


E’ morto Wang Jian in Francia. Il presidente del conglomerato cinese Hna group sarebbe deceduto a seguito di una “caduta accidentale”.


La Open Arms è arrivata a Barcellona. La nave della ong spagnola aveva a bordo 60 migranti salvati al largo della Libia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi