cerca

Il nostro complottismo ha radici lontane e di sinistra

Il libro dell’ex magistrato Carlo Palermo dimostra come l'origine di quello che stiamo vivendo si snoda attraverso un quarto di secolo

24 Ottobre 2018 alle 06:11

Il nostro complottismo ha radici lontane e di sinistra

L’ex magistrato Carlo Palermo, che fu pm a Trento e Trapani, torna a far parlare di sé con un libro, “La bestia”, che viene presentato in questi termini: “Rileggendo vecchie carte e atti processuali rimasti negli archivi sviluppa nuove ipotesi legando fra loro l’omicidio di Aldo Moro, l’attentato a Papa Wojtyla, le stragi mafiose del 92, i traffici d’armi fra est e ovest, e la diffusione dell’islam estremista. Un’analisi che arriva fino agli attacchi terroristici alla torri gemelle e al Bataclan di Parigi. …Un gioco occulto le cui regole sono dettate da una sorta di direttorio internazionale radicato nella massoneria superiore nascosta nei palazzi del potere di Italia, Francia, Svizzera oltre che di Londra e New York”. Carlo Palermo, dopo aver subito un grave attentato in Sicilia, fu eletto deputato nel 1992 nelle liste della “Rete” di Leoluca Orlando e successivamente consigliere provinciale a Trento. In entrambe le assemblee, oltre che su questi temi, si era battuto in particolare contro l’introduzione dell’alta velocità in Trentino. Tutto ciò a piccola conferma che quello che stiamo vivendo ha radici politiche lontane, si snoda attraverso un quarto di secolo durante il quale la sinistra non solo non è stata capace di contrastare i deliri complottisti ma li ha assecondati e sostenuti in nome della lotta a Craxi e poi a Berlusconi. Fino a perdere se stessa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • nomad

    26 Ottobre 2018 - 21:09

    Complimenti, la disamina è perfetta. Ci vuole un marziano per affermare che tutto quanto è citato nell'articolo è un fatto singolo e slegato dagli altri.

    Report

    Rispondi

  • branzanti

    24 Ottobre 2018 - 19:07

    Ma no! Ha dimenticato il Bildenberg, la Spectre e la banda Bassotti. Chissà come sono arrabbiati?

    Report

    Rispondi

  • romamor

    24 Ottobre 2018 - 12:12

    Chissà se Occhetto, D'Alema e compagnia leggono Bordin!

    Report

    Rispondi

  • mristoratore

    24 Ottobre 2018 - 11:11

    Che bella élite che abbiamo!

    Report

    Rispondi

Servizi