Mattarella ha firmato il Rosatellum. Ora aspettatevi le solite inutili polemiche

Non si capisce come il presidente della Repubblica avrebbe potuto rinviare in Parlamento una legge che non presenta profili di incostituzionalità. Ma dopo le elezioni preparatevi: ci sarà chi griderà al golpe 

4 Novembre 2017 alle 06:00

Mattarella ha firmato il Rosatellum. Ora aspettatevi le solite inutili polemiche

Sergio Mattarella (foto LaPresse)

La firma del presidente della Repubblica in calce al testo della legge elettorale pone intanto fine alla stucchevole tiritera di chi, ritenendo la legge incostituzionale, lo invitava a non firmare. Ora ci sarà l’annunciato ricorso dell’avvocato Besostri ma l’ipotesi che la Consulta lo accolga è decisamente remota. Alcuni fra i costituzionalisti più autorevoli, basti citare il caso di Valerio Onida, pur non apprezzando la legge Rosato, avevano subito tenuto a dire che non vi ravvisavano profili di incostituzionalità. Come avrebbe potuto il presidente Mattarella rinviarla al Parlamento resta un mistero, ma di polemiche inutili ne seguiranno sicuramente altre. Una hanno provato ad abbozzarla i parlamentari del M5s pretendendo che non fosse il ministero degli Interni a occuparsi della rimodulazione dei collegi, come ha sempre fatto e naturalmente continuerà a fare. Ne leggeremo altre ancora di obiezioni strampalate che già si intravedono proiettate oltre il voto, quando sarà. Una può essere particolarmente insidiosa. Posto che è largamente improbabile che qualcuno arrivi a guadagnare il premio di maggioranza, diventerà inevitabile un governo di coalizione che difficilmente potrà vedere a palazzo Chigi il leader di un partito ma più probabilmente una figura di compromesso, che potrebbe essere anche un non parlamentare. Dovesse andare così, cioè nel pieno rispetto delle prerogative del presidente della Repubblica e del Parlamento, si può scommettere che ci sarà chi griderà al golpe.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Gasparino

    25 Febbraio 2018 - 09:09

    Mattarella ha firmato il Rosatellum per intrigo del sottobosco politico o perchè è un ignorantone e non si è minimamente preoccupato del popolo bue, che non tutti sono in grado di avere un cervelletto fino come il Suo . N on ha pensato minimamente che le regole " per come votare " devono essere in grado di recepile tutti e di capirle " !

    Report

    Rispondi

  • fabriziocelliforli

    04 Novembre 2017 - 19:07

    Auspico. Non dico altro. Gesti apotropaici poco eleganti di qui alle elezioni. Auspico non nel senso dell'oggetto del Suo intervento, sibbene nel premier che sarà. Ma sono sicuro che ella l'aveva già capito. Abbracci

    Report

    Rispondi

  • luigi.desa

    04 Novembre 2017 - 10:10

    A leggere i giornali ed ascoltare trasmissioni a plissè pare che la legge elettorale l'abbiano letta con molta attenzione non solo gli addetti ai lavori ma anche intellettuali vari ed attori, ambulanti e posteggiatori abusivi. Per ora nessun extracomunitario. Io sono convinto che non l'abbia letta e studiata nessuno , salvo qualche passo scelto qualche curioso costituzionalista. Tutti in grossolana in malafede la criticano e ne narrano la perfidia al popolo in costante coma vigile in attesa delle elezioni .luigi de santis

    Report

    Rispondi

Servizi