cerca

Solo un controfestival per boicottare l'Eurovision israeliano?

Qualche razzo, due bombe, una strage. Gli innamorati di Hamas che vivono in Europa si aspettano di più di un concerto alternativo 

17 Maggio 2019 alle 06:05

Solo un controfestival per boicottare l'Eurovision israeliano?

Foto LaPresse

L’Eurovision Song Contest è in corso a Tel Aviv. E’ un evento musicale. L’ha già scritto Crippa, le canzoni fanno cacare. Letteralmente, anno dopo anno, il meccanismo è diventato implacabile. Resta lo stesso l’evento non sportivo più seguito al mondo. A Netaniahu fa gioco? Certo. Hamas, a Gaza, ha organizzato un controfestival nell’edificio distrutto la settimana scorsa da un raid israeliano. E' un controfestival si capisce. Ma niente di più. Almeno all’apparenza. Gli innamorati di Hamas che vivono in Europa vorrebbero invece un boicottaggio più sostanzioso. Qualche razzo, due bombe, una strage. Domani arriva Madonna, grande occasione. A Tel Aviv, nel frattempo, tutti quegli assassini aspettano. Strano, trattandosi di musica. Ma così sono fatti gli ebrei: vorrebbero cantare senza dovergliele suonare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi