cerca

recensioni foglianti

Crescere con i libri

Ella Berthoud e Susan Elderkin
Sellerio, 488 pp., 18 euro

3 Maggio 2018 alle 10:45

Crescere con i libri

Forse i libri non bastano per “mantenere i bambini sani, saggi e felici”, come recita il sottotitolo. Però certamente possono aiutare. Specie se sono proposti con il garbo e la puntualità di questo testo, che fa seguito all’analogo Curarsi con i libri dedicato agli adulti. Si tratta di consigli di lettura dalla prima infanzia all’adolescenza, organizzati in oltre trecento voci in rigoroso ordine alfabetico, che vanno da argomenti di grande respiro ad altri molto specifici – da “Senso di tutto questo, qual è il?” a “Brufoli” –, da temi eterni a questioni attualissime – da “Principessa, voler essere una” a “Videogiochi, uso eccessivo dei” –, passando per problemi di ogni tipo, da “Indipendenti, voler essere più” a “Nonna, dover baciare la” e così via.
Data la natura enciclopedica dell’opera, non si può che segnalare qualche esempio qua e là. I vostri ragazzi stanno troppo incollati agli schermi? Provate a dar loro Feed di Matthew T. Anderson, racconto di un mondo in cui i computer non sono più oggetti esterni ma innesti che immettono un continuo flusso di informazioni direttamente nel cervello, e anche l’amore dei due giovani protagonisti è inquinato da incessanti scariche di annunci pubblicitari.
Il vostro bimbo odia la minestra? Leggetegli Le avventure del topino Despereaux di Kate di Camillo, movimentata vicenda di un minuscolo roditore innamorato della principessa Pea, che trova le forze per liberarla dopo aver mangiato la zuppa proibita cucinata da una cuoca ribelle. Con un figlio che non riesce a dormire si può provare con Llama llama red pajama di Anna Dewdey, storia illustrata di una piccola lama presa dal terrore del buio quando la mamma se ne va, oppure, se è più grandicello, con Il giardino di mezzanotte di Philippa Pearce, sorta di sogno dentro un sogno, che dovrebbe accompagnare anche il pargolo in quel mondo.
La gamma delle proposte è amplissima, spaziando dai cartonati per l’infanzia ai grandi classici: L’isola del tesoro di Robert Louis Stevenson compare sotto la voce “Avventura, bisogno di”, Il leone, la strega e l’armadio di Clive S. Lewis è suggerito a chi abbia subito un Tradimento, Pinocchio è collocato – va da sé – nel capitolo “Bugie”. Insomma, un percorso colto ma affabile in uno steriminato panorama letterario, da consigliare a ogni giovane genitore ma anche al lettore desideroso di riscoprire sapori dell’infanzia e dell’adolescenza e magari di tornare su qualche questione aperta. Perché – chiosano le autrici –- “I migliori libri per bambini riescono ad affrontare problemi complessi ed emozioni profonde con allegria impavida, con l’obiettivo di far provare qualche brivido ma anche, in ultima analisi, di rassicurare”.

 

CRESCERE CON I LIBRI
Ella Berthoud e Susan Elderkin
Sellerio, 488 pp., 18 euro

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi