cerca

Mai fidarsi di WhatsApp

Chi si approfitta della falla nella sicurezza della piattaforma più privata che abbiamo (addio sexting)

14 Maggio 2019 alle 20:06

Mai fidarsi di WhatsApp

Foto LaPresse

Milano. In quella selva di vincoli comportamentali che sono i social network, in cui ogni pulsantino è posizionato e disegnato per ottenere una precisa risposta dall’utente (compra questo, metti like a quello), la scritta che compare all’inizio delle conversazioni di WhatsApp serve per sentirsi al sicuro. Recita, più o meno: “I messaggi e le chiamate sono ora protetti con crittografia end-to-end”, e appare quando si comincia a chattare con una persona nuova. Non sei certo di cosa significhi, crittografia end-to-end,...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Eugenio Cau

Eugenio Cau

E’ nato a Bologna, si è laureato in Storia, fa parte della redazione del Foglio a Milano. Ha vissuto un periodo in Messico, dove ha deciso di fare il giornalista. E’ un ottimista tecnologico. Per il Foglio cura Silicio, una newsletter settimanale a tema tech, e il Foglio Innovazione, un inserto mensile in cui si parla di tecnologia e progresso. Ha una passione per la Cina e vorrebbe imparare il mandarino.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi