cerca

Cara Luna conti molto meno di quanto si creda

Non sono un lunista, spero nemmeno un lunatico. Ho colto l’occasione del nuovo universale, irrazionale entusiasmo nei tuoi confronti per interpellare alcuni dei migliori produttori italiani di vino. Ecco cosa ho scoperto

23 Luglio 2019 alle 06:00

Cara Luna conti molto meno di quanto si creda

Foto LaPresse

Luna, non sono un poeta, non sono un romantico, non sono un astronomo né un astrologo né un astronauta, non sono nemmeno un furbo come Jovanotti che con grande tempismo ha confezionato una cover di “Luna” di Gianni Togni (versione così così di una canzone così così anche in origine). Insomma non sono un lunista, spero nemmeno un lunatico, e come Heidegger considero i viaggi lunari qualcosa di spaventoso, una tappa verso il dominio della tecnica sull’uomo. Colgo l’occasione del nuovo universale, irrazionale entusiasmo nei tuoi confronti per dirti che conti molto meno di quanto si creda. Ho interpellato alcuni dei migliori produttori italiani di vino: “Quando imbottigliate tenete ancora conto delle fasi lunari?”. Molti mi hanno risposto sì, certo. “Luna calante, giusto?”. In questo gruppo di sensibili alla luna, tutti mi hanno risposto luna calante, tranne uno che mi ha risposto luna crescente e siccome i suoi vini sono altrettanto buoni devo dedurre che luna calante o luna crescente non cambia niente. Nel gruppo dei produttori insensibili alla luna, un produttore (di Lambruschi supremi) mi ha detto di aver testato diversi imbottigliamenti, a luna calante, a luna crescente, a luna come capita, senza notare mai la minima differenza qualitativa. Sei solo un placebo, luna.

  

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • antonioz

    23 Luglio 2019 - 10:10

    come cercatore di funghi posso dire che sul colmo di luna vi è la mattina più proficua per la raccolta di miceti, nella tradizione si dice:" ormai si deve aspettare il colmo affinché il tempo cambi" parlando ovviamente di tempo atmosferico e non quello politico, in quel caso si parla di "fondo",invece, per la raccolta di lumache non si guada la luna ma per terra quando piove. Non dobbiamo disprezzale la luna soltanto perché quella volta al pronto soccorso con la mano alzata e sanguinante tutti si sono messi a guardare la luna per non apparire stolti.

    Report

    Rispondi

Servizi