cerca

Pop corn alla farnesina

Giggino 'a marachella. Così Di Maio ha cercato l'incidente sulle presidenze di commissione

Così il ministro degli Esteri ha fomentato i malumori alla Camera, per poi lavarsene le mani. "Parlatene col direttivo". Lo strano caso della commissione Esteri. E stasera, a Montecitorio, la resa dei conti interna

30 Luglio 2020 alle 13:32

Giggino 'a marachella. Così Di Maio ha cercato l'incidente sulle presidenze di commissione

Luigi Di Maio, ministro degli Esteri ed ex capo politico del M5s (foto LaPresse)

I deputati grillini, già in preda ai prodromi di un collasso cerebrale collettivo, se lo sono visto arrivare a tardo pomeriggio, quando il pasticcio al Senato era già compiuto, con quelle due commissioni perse (Agricoltura e Giustizia) e rimaste nelle mani della Lega, e il travaglio della Camera era tutto ancora da affrontare. E allora Luigi Di Maio, con una calma recitata, un'indifferenza ostentata di fronte al periclitare degli eventi, fermo in mezzo al cortile di Montecitorio, a tutti quelli...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Valerio Valentini

Nato a L'Aquila, nel 1991. Cresciuto a Collemare, piccolo paese sugli Appennini abruzzesi. Maturità classica, laurea in Lettere moderne all'Università di Trento, dopo un Erasmus nell'Essex e uno a Parigi. Al Foglio sono arrivato per la prima volta nel 2017, come stagista, e l'ho trovato il posto migliore dove fare il giornalista e occuparsi di politica. Ho scritto un libro, "Gli 80 di Camporammaglia" (Laterza), sulla gente delle mie parti e sul loro strano modo di stare al mondo, che ha vinto nel 2018 il Premio Campiello Opera Prima

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • luigi.desa

    31 Luglio 2020 - 10:24

    naturalmente il resto ,indicato dalle cacchette di mosca o puntini domani così capiamo.San Gennà facitece a'grazzia di darci il nostro giornale preferito in chiaro e non criptico che così non si capisce una fava ( anche mazza si può dire). saluti luigi

    Report

    Rispondi

  • Giovanni Attinà

    30 Luglio 2020 - 17:41

    Diciamo la verità: sulle commissioni la maggioranza non è che abbia fatto una bella figura. Se esiste una maggioranza poi va applicata nelle votazioni conseguenti. Evidentemente sono le fibrillazioni dei pentastellati che, dopo la fase decadente del"vogliamo", non applicato sui vari fronti, polemizzano tra di loro. Anche il Pd , per la coerenza , non è che brilli. Adesso aspettiamo i fatti sul piano concreto per quanto riguarda le azioni da svolgere per la ripresa economica. L'impressione è che ci siano molte fibrillazioni e a farne le spese siamo noi italiani.

    Report

    Rispondi

  • luigi.desa

    30 Luglio 2020 - 14:40

    Ho fatto il militare a Napoli città straordinaria ove sono stato molto bene .nelle ore libere andavo a Forcelle per fare qualche acquisto conveniente e ad ogni bancarella trovavo un Di Maio che mi voleva vendere quacchec'òusa.

    Report

    Rispondi

  • luigi.desa

    30 Luglio 2020 - 14:40

    Mi pare che alla redazione del Foglio sia scoppiata una pandemia. Ogni redattore scrive un articolo e poi quando è sul finire si scuorda cosa voleva dire e metti i puntini. O mamma mia non mi riesce mai a capire cosa vuole andare a parare...o ...dire....boh .........ciao luigi

    Report

    Rispondi

Servizi