cerca

Il becero populismo della Lega su Silvia Romano

Il deputato leghista Alessandro Pagano ha rivendicato il suo minuto di visibilità chiamando la cooperante rientrata domenica in Italia dopo 18 mesi di prigionia "neo-terrorista"

13 Maggio 2020 alle 10:57

Loading the player...

Silvia Romano, la "neo terrorista". Così Alessandro Pagano, deputato siciliano della Lega, si è riferito in Aula alla cooperante milanese rimasta ostaggio dei suoi rapitori di Al Shabaab per oltre un anno e mezzo, liberata nei giorni scorsi. In effetti mancava ancora un po' di squallore, nelle strumentalizzazioni politiche della vicenda. E in questi casi la Lega non delude mai. Per cui di buon mattino, in un'Aula di Montecitorio ancora sonnecchiante, il carneade Pagano, commercialista nisseno già berlusconiano, quindi alfaniano, dunque salviniano, ha rivendicato il suo minuto di visibilità: e s'è lanciato in un paragone tra il funerale del poliziotto Pasquale Apicella, morto a Napoli il 27 aprile scorso, e il rientro in patria della Romano.

   

"Abbiamo assistito - ha detto Pagano - a un figlio della patria, un poliziotto che è morto al cui funerale erano presenti 15 persone e nessuna autorità dello stato presente. Poi però abbiamo osservato che quando è venuta la neo terrorista, visto che Shabaab questo è e questo finanzia ....". E qui il meschino parallelismo s'interrompe sulle proteste sollevatesi dai banchi del Pd, e sull'intervento della presidente della Camera di turno, Mara Carfagna, che ha definito "alquanto improprio" l'intervento di Pagano.

Valerio Valentini

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • garinperin

    13 Maggio 2020 - 17:28

    Sulla Romano stiamo leggendo di tutto : chi arriva a chiamarla neo terrorista e chi la vuole santa subito. Chi assicura che pagando il riscatto abbiamo finanziato i terroristi piu' crudeli e chi lo nega (il governo soprattutto). E poi c'e' chi non prende posizione, e qs atteggiamento si commenta da solo!! nel nostro Paese o si e' pro o si e' contro : ma "la via media"? Il famoso equilibrio ? Il buon senso? Perche' non si parla del l'intera faccenda dall'inizio analizzandola con "buon senso/sentido comun"..questo si aspettano molti italiani se non dallo Stato almeno da quelle testate libere o non "allineate"..

    Report

    Rispondi

  • lupimor@gmail.com

    lupimor

    13 Maggio 2020 - 16:46

    Becerume individuale e becerume anti Salvini. Gemelli omozigoti.

    Report

    Rispondi

  • luigi.desa

    13 Maggio 2020 - 13:22

    Quando ero giovine ( anni '50) nell'allegra brigata che frequentavo c'era un amico che passava le ferie nelle zone a rischio sperando di essere sequestrato " così vado in televisione".Mavalà!

    Report

    Rispondi

  • Giovanni

    13 Maggio 2020 - 12:24

    Almeno per un po' di tempo lasciamo in pace questa ragazza che sta vivendo sicuramente un turbinio di sensazioni contrastanti. Sensazioni che la coinvolgeranno per parecchio tempo. Vorrei invece insistere sul problema Onlus. Ormai è chiaro come ci siano Onlus e Onlus. Onlus bene organizzate che scelgono con cura il territorio di attività e il personale addetto alla protezione del personale e altre invece poco preparate e poco o nulla attrezzate. A questo punto sarebbe il caso che lo stato ci mettesse mano creando un capitolato sugli obblighi a carico delle onlus, compresa una consistente riserva di denaro per motivi ben comprensibili.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi