cerca

Parla il leader di FdI

Meloni ci dice come si può collaborare con il governo per curare davvero l’Italia

“Del Mes non mi fido. Occhio allo shopping di imprese. Serve una riscossa dell’Europa. E ora proteggiamo anche gli imprenditori”. Draghi? Lasciamolo stare”

26 Marzo 2020 alle 06:12

Meloni ci dice come si può collaborare con il governo per curare davvero l’Italia

foto LaPresse

Roma. Non intende partecipare a governi di unità nazionale perché “non è il momento di mettersi lì a discutere su chi deve fare il sottosegretario, sarebbe lunare”. E quando le si fa il nome di Mario Draghi dice che l’ex presidente della Bce viene sistematicamente tirato dentro ogni alambicco da piccoli alchimisti della politica, “ma è una persona molto seria e non credo sia disponibile”. Giorgia Meloni però conferma di esserci, dice che l’unità nazionale non sono le poltrone ma...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Salvatore Merlo

Salvatore Merlo

Milano 1982, giornalista. Cresciuto a Catania, liceo classico “Galileo” a Firenze, tre lauree a Siena e una parentesi erasmiana a Nottingham. Un tirocinio in epoca universitaria al Corriere del Mezzogiorno (redazione di Bari), ho collaborato con Radiotre, Panorama e Raiuno. Lavoro al Foglio dal 2007. Ho scritto per Mondadori "Fummo giovani soltanto allora", la vita spericolata del giovane Indro Montanelli.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Massimo47

    26 Marzo 2020 - 11:40

    Poveri noi! siamo presi tra Scilla e Cariddi! da una parte un governo balbettante, con una comunicazione da "grande fratello", santone e ciarlatani a far da consiglieri, in cui c'è la gara a chi deve parlare (sui social) per intestarsi i meriti e scaricare le colpe. Dall'altra un opposizione con una comunicazione efficacissima, che spara una sfilza di ricette da bar dello sport, in gran parte fuori tema. Un paese con il vestito di Arlecchino, con governo, regioni e sindaci che vanno ognuno per conto proprio. Dobbiamo aver paura della Cina? ma guardiamo come hanno gestito (e risolto) loro l'epidemia in una città con una popolazione numerosa come tutta la Lombardia!

    Report

    Rispondi

  • lorenzolodigiani

    26 Marzo 2020 - 11:38

    Si consideri una Meloni in ogni stato della UE per comprendere perché l’Europa non funziona.

    Report

    Rispondi

  • ayler

    26 Marzo 2020 - 11:36

    Basti che non chiamino il figlio del dottor Di Bella alla sanità.

    Report

    Rispondi

  • leless1960

    26 Marzo 2020 - 08:54

    A voler prendere sul serio la signora, diciamo che il suo ragionamento (e che si ragioni è già una novità importante) fa a cazzotti con la logica. Si critica l'Europa e poi si denunciano i provvedimenti antieuropei come il blocco delle frontiere o la mancata solidarietà; si denuncia la globalizzazione mentre si criticano i dazi e i provvedimenti "antivirus" sule nostre merci; si denuncia il conflitto tra Stato e Regioni e poi ci si allea con chi nel regionalismo ha la propria ragione di vita. Tutto questo mi fa venire in mente una delle lezioni che ho appreso dalla lettura di M, di Scurati (ogni riferimento al fascismo è puramente casuale, diGiamolo): che ciò che si dice non importa, che se ci si contraddice non importa, l'importante è dire ciò che il popolo in quel momento vuole sentirsi dire. E i sondaggi dicono che adesso il popolo ha sete di competenza, e allora la signora fa la competente.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi