cerca

Il M5s e le coperture: non esistono problemi ma solo software da inventare

Immaginate Di Maio che va al Mef e annuncia: “Tutto risolto, abbiamo un software! L’abbiamo inventato io e Tridico!”. Ma Sulle capacità previsionali del presidente dell’Inps non c’è molto da fidarsi, visto che le ha sbagliate tutte

Luciano Capone

Email:

capone@ilfoglio.it

4 Ottobre 2019 alle 06:00

capone

Video di Enrico Cicchetti

Roma. Per ogni problema il M5s ha un software come soluzione. Ora il grattacapo più grande riguarda la legge di Bilancio, il governo nella Nadef ha indicato 7 miliardi di coperture sotto il cappello “recupero dell’evasione fiscale”. Si tratta di una previsione irrealistica, visto che nelle precedenti manovre, con norme rilevanti come la fatturazione elettronica o lo split payment sono stati raccolti attorno ai 2 miliardi, spesso a partire dal secondo o terzo anno. Una delle ipotesi del Mef è...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Luciano Capone

Luciano Capone

Sono cresciuto in Irpinia, a Savignano. Sono al Foglio da 12-13 anni, anche se il Foglio non l’ha mai saputo, da quando è diventato la mia piacevole lettura quotidiana. Dal 2014 sono sul Foglio e stavolta lo sa anche il Foglio. Liberista sfrenato, a volte persino selvaggio.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Chichibio

    04 Ottobre 2019 - 14:02

    Mancano i soldi per pareggiare il Bilancio? Il buco si copre combattendo l'evasione q.b. Quanto basta.

    Report

    Rispondi

  • aldo.vanini

    04 Ottobre 2019 - 12:12

    E noi credevamo che Dulcamara fosse un personaggio di fantasia...

    Report

    Rispondi

  • guido.valota

    04 Ottobre 2019 - 10:10

    Il bello dei software è che funzionerebbero solo ed esclusivamente utilizzando dati, cioè informazioni su gente di per ciò stesso già visibile. Lasciando invisibili ai software quelli che vengono chiamati sommersi non a caso e tengono il contante sommerso nelle scatole delle scarpe. Qualche sospetto sull’interesse di Geggino per gli interessi dell’elettorato M5$ diventa legittimo confrontando il gettito regionalizzato col voto regionalizzato, per tacer dello spettacolo quotidiano offerto dal RDC, e se perfino il capo politico è emerso solo quando un ennesimo miracolo di San Gennaro lo ha catapultato al San Paolo con un’occupazione finalmente regolare. Però l’esperto senior in evasione fiscale resta l’Elevato Fondatore di M5$, mentre Geggino in teoria dovrebbe fare o’ ministro degli Esteri. Come mai tutto questo affaccendarsi sugli evasori - ma solo su quelli che, bene o male, comunque fatturano? È ora di parlare di evasione di necessità dopo il pari abusivismo di necessità a Ischia?

    Report

    Rispondi

  • Giovanni

    04 Ottobre 2019 - 08:08

    Quando un personaggio come Di Maio, "quasi" totalmente incompetente su tutto, comincia a sproloquiare di economia e finanza io comincio a intravvedere il panchetto su cui abili imbroglioni si esibiscono nel gioco delle tre carte per turlupinare ingenui cittadini.

    Report

    Rispondi

Servizi