cerca

Il ministro minaccia cose che non esistono

Salvini non è duro o politicamente scorretto, dice cose senza senso

27 Luglio 2019 alle 06:00

Il ministro minaccia cose che non esistono

Matteo Salvini (Foto LaPresse)

Il problema del ministro dell’Interno, Matteo Salvini, non è che dice cose troppo dure o politicamente scorrette – come immagina lui – ma che dice cose che non hanno senso. Ieri ha detto che il criminale che nella notte aveva assassinato un carabiniere a Roma doveva essere condannato ai lavori forzati per tutta la vita. Di recente ha detto che una zingara sorpresa a rubare dopo essere uscita di prigione grazie a una gravidanza doveva “essere messa in condizione di non avere più figli” e condannata a trent’anni. Sono cose fumettistiche che non hanno collegamenti con la realtà. I lavori forzati non esistono. Le non meglio specificate procedure per impedire a una donna di avere gravidanze non esistono. Vedere il ministro dell’Interno che per reagire a fatti gravi parla di cose che non esistono crea un effetto pagliaccesco. Sempre come ministro dell’Interno Salvini ha minacciato la chiusura dei porti italiani all’arrivo di navi che hanno recuperato gente in mare, ma poi le navi attraccano lo stesso e senza conseguenze nel pieno rispetto delle leggi internazionali che l’Italia ha sottoscritto e la gente scende a terra. Uno dei punti principali del programma elettorale del ministro era il rimpatrio rapido di seicentomila stranieri irregolari presenti in Italia, ma poi lui stesso ha ammesso che i seicentomila irregolari – pure loro – non esistono, sono novantamila. In quanto alla rapidità dei rimpatri, è noto che erano più veloci quando c’erano i suoi predecessori. È chiaro che Salvini (o il suo staff della comunicazione) è il re dei social media e deve esagerare per accontentare il pubblico, ma a questo punto ha smesso di dire cose reali. Alla famiglia di una vittima del crimine caduta in servizio cosa dici, che il colpevole sarà condannato ai lavori forzati fino alla morte? Davvero, non suona come una consolazione. Le sparate a vuoto della politica – vedi le accise sulla benzina, o “non mi alzo dal tavolo finché il prezzo del latte non sale a un euro”, cosa che ha detto agli allevatori sardi a febbraio e non si è verificata – fanno parte del gioco. Il ministero dell’Interno è un luogo diverso

Daniele Raineri

Daniele Raineri

Di Genova. Nella redazione del Foglio mi occupo soprattutto delle notizie dall'estero. Sono stato corrispondente dal Cairo e da New York. Ho lavorato in Iraq, Siria e altri paesi. Ho studiato arabo in Yemen. Sono stato giornalista embedded con i soldati americani, con l'esercito iracheno, con i paracadutisti italiani e con i ribelli siriani durante la rivoluzione.

Segui la pagina Facebook

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Medicaid

    27 Luglio 2019 - 16:55

    A fronte della non credibilità " pagliaccesca" delle frasi di Salvini resta il FATTO che, invece, queste frasi vengono credute, fatte proprie, condivise. A farlo non sono solo frequentatori di bar di paese o di circoli sportivi ma anche persone che, si immagina, siano dotate di più adeguati strumenti di analisi. Basta vedere l' urlo, a volte il volto urlo, ma pur sempre urlio che sommessamente si leva nei commenti dei lettori ad articoli che trattino argomenti relativi ai migranti e/ o al truce che non riesce a trovare un collirio adatto per i suoi occhi iniettati di sangue.....( Andrea's version docet)

    Report

    Rispondi

    • zipixel

      30 Luglio 2019 - 11:17

      Il problema che ci si deve porre infatti e' proprio quello del livello oramai fuori controllo dell'analfabetismo funzionale che ha permesso a pochi imbecilli di prendere il sopravvento su tutto e tutti.

      Report

      Rispondi

  • Andrew

    Andrew

    27 Luglio 2019 - 11:50

    Dice quello che la maggioranza degli italiani non radicalchic, pensa. Evvivaddio. Sempre a mettere i puntini sulle i come delle maestre d'asilo; ma non vi chiedete come mai la popolazione sta con Salvini? Forse perchè usa il medesimo linguaggio similpopolano che voi tanto odiate. Molto meglio la Merkel che seda i migranti per rispedirli in Italia vero? Oppure il gerontofilo Macron che chiude i migranti in prefabbricati senza acqua nè cibo! W i Truci del mondo, Trump compreso.

    Report

    Rispondi

    • zipixel

      30 Luglio 2019 - 11:19

      Ecco questo è un classico esempio di analfabetismo funzionale, frasi di odio buttate a casaccio, senza poi che veramente si capisca dove questo signore vuole andare a parare.

      Report

      Rispondi

  • Mario 1

    27 Luglio 2019 - 10:39

    Si sono azioni che finalmente bisognerebbe iniziare a fare.è ora di finirla che i delinquenti siano i privilegiati di questa società malata e del politicamente corretto.

    Report

    Rispondi

    • zipixel

      30 Luglio 2019 - 11:25

      Mi spega cortesemente cosa significa per lei politicamente corretto e perchè i delinquenti sono dei privilegiati e cosa c'entra con uno stato di diritto, accordi e convenzioni con paesi partner con cui la nostra nazione firma trattati? La ringrazio anticipatamente qualora volesse essere più preciso nelle sue esternazioni.

      Report

      Rispondi

Servizi