cerca

Il listone di Calenda non basta, dice Pino Pisicchio

Il fondatore di Api: “Con il proporzionale serve un’offerta plurale”. E riformare l’Europa

Email:

allegranti@ilfoglio.it

14 Febbraio 2019 alle 10:33

Il listone non basta

Pino Pisicchio (foto LaPresse)

Roma. Dice Pino Pisicchio che la proposta di Carlo Calenda di fare un “listone” in vista delle Europee “non funziona, per una serie di ragioni. La prima, di natura tecnica, è che siamo nel proporzionale. Quindi una proposta unica frontista non funziona”. In Italia, peraltro “i fronti popolari hanno sempre fatto una brutta fine”. E in un sistema elettorale proporzionale, aggiunge Pisicchio, “l’unica cosa che funziona è offrire una proposta multipla, plurale. Qui invece vedo molti vedovi o orfani del...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

David Allegranti

David Allegranti, fiorentino, 1984. Al Foglio si occupa di politica. In redazione dal 2016. Scrive anche su Vanity Fair. È diventato giornalista professionista al Corriere Fiorentino. Ha scritto per Panorama. Ha lavorato in tv, a Gazebo (RaiTre) e La Gabbia (La7). Ha scritto quattro libri: Matteo Renzi, il rottamatore del Pd (2011), The Boy (2014, Marsilio), Siena Brucia (2015, Laterza), Matteo Le Pen (2016, Fandango). Interista. Premio Ghinetti giovani 2012. Su Twitter è @davidallegranti.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi