cerca

C’è un'ideologia dietro alla tempesta perfetta

Non fatevi fregare: l’Italia va verso il naufragio non per ciò che divide Salvini e Di Maio ma per ciò che li unisce

8 Febbraio 2019 alle 06:08

C’è un'ideologia dietro alla tempesta perfetta

Foto Imagoeconomica

Quando un temporale è in arrivo, le persone accorte cercano generalmente di fare qualsiasi cosa per evitare i fulmini, riparandosi dalla pioggia, allontanandosi dalle sorgenti d’acqua, restando lontani dai conduttori di elettricità, sbarazzandosi degli oggetti appuntiti, stando bene attenti a non avvicinarsi per nessuna ragione ai tralicci dell’alta tensione. In un certo senso, l’Italia di oggi si trova nelle stesse condizioni di una persona che vede formarsi all’orizzonte delle minacciose nubi e piuttosto che fare di tutto per evitare la...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Claudio Cerasa

Claudio Cerasa

Nasce a Palermo nel 1982, vive a Roma da parecchio tempo, lavora al Foglio da dieci anni e da gennaio 2015 è direttore. Ha scritto qualche libro (“Le catene della sinistra”, con Rizzoli, “Io non posso tacere”, con Einaudi, “Tra l’asino e il cane. Conversazione sull’Italia”, con Rizzoli, “La Presa di Roma”, con Rizzoli, e "Ho visto l'uomo nero", con Castelvecchi), è su Twitter. E’ interista, ma soprattutto palermitano. Va pazzo per i Green Day, gli Strokes, i Killers, i tortini al cioccolato e le ostriche ghiacciate. Due figli.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • lorenzo tocco

    lorenzo tocco

    08 Febbraio 2019 - 22:10

    E' facile far notare che le politiche dei governi "illuminati" precedenti producevano esattamente la situazione odierna: siamo sempre stati ultimi nella crescita quando l'economia tirava, adesso siamo primi nella frenata quando l'economia va male. Questo vuol dire anche che quanto fatto dai governi precedenti non è servito a molto: difatti non ha ridotto per niente il debito, che anzi ha continuato a salire anche nel primo semestra del 2018, prima del governo Conte

    Report

    Rispondi

  • lucaderocco

    08 Febbraio 2019 - 19:07

    sembra un incubo ma e' la realta'....Wake up coglionari!

    Report

    Rispondi

  • lupimor@gmail.com

    lupimor

    08 Febbraio 2019 - 16:04

    Volatile caro factum est. Hominis exitus.

    Report

    Rispondi

  • ancian99

    08 Febbraio 2019 - 15:03

    Come già ho scritto in un mio precedente commento, c'è una buona parte degli Italiani che crede ancora in Babbo Natale. L'unica cosa che resta da fare è che il Capo di uno Stato, che non è più riconosciuto a livello internazionale, dia le dimissioni per una questione di dignità personale. Dovrebbero anche dimettersi il c.d Primo Ministro che non conta niente e il Ministro degli Esteri, Moavero, il quale semplicemente non esiste, perché mai consultato in caso di decisioni importanti e totalmente ignorato dagli ignoranti capi-popolo, come Di Maio, Salvini e, ora, di ritorno dai suoi viaggi non certamente culturali, anche un certo Di Battista.L'Italia, come Stato, sta scomparendo dalla scena politica internazionale.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi