cerca

Da eroi a traditori, il brutto risveglio del M5s a Taranto

La deputata M5s Rosalba De Giorgi contestata dai cittadini dopo l'accordo sull'Ilva è dovuta scappare, scortata dalla polizia

7 Settembre 2018 alle 15:20

In campagna elettorale avevano promesso la chiusura dell'Ilva. Ieri invece hanno firmato l'accordo per la cessione. I cittadini di Taranto che li avevano votati – e che già ieri avevano iniziato a tempestare le pagine Facebook dei quattro deputati pentastellati tarantini di messaggi di rabbia e delusione – hanno contestato pesantemente la parlamentare M5s Rosalba De Giorgi che è dovuta scappare, scortata dalla polizia. La contestazione è avvenuta ieri sera durante il sit in dei cittadini di Taranto per chiedere la chiusura dell'Ilva a poche ora dall'accordo firmato a Palazzo Chigi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • lupimor@gmail.com

    lupimor

    08 Settembre 2018 - 14:02

    “I cittadini di Taranto che li avevano votati – e che già ieri avevano iniziato a tempestare le pagine Facebook dei quattro deputati pentastellati tarantini di messaggi di rabbia e delusione” Da Facebook alla piazza il passo è breve: hanno contestato pesantemente, rispetto alla totalità dei cittadini di Taranto, quattro gatti, la parlamentare M5s Rosalba De Giorgi che è dovuta scappare, scortata dalla polizia. Assaggino di Democrazia Diretta. Quella che abolisce le istituzioni rappresentative per sostituirle con la peristalsi intestinale dei “movimenti”. Dalla “fantasia al potere” alla “peristalsi intestinale al potere” Anche anatomicamente una caduta in basso. Lapalissiano: chi controlla e gestisce i mezzi tecnologici per guidare la peristalsi diventa il vero potere. Ergo la dittatura delle minoranze. Non accadrà a breve. Se a quella strategia non si fa fronte comune, poi arriva il punto del non ritorno. Nessun altro ha “piattaforme”. Nazionalizziamo quella esistente? Maramao!

    Report

    Rispondi

Servizi