La buona idea di un partito conservatore

Moderato, europeo. Tajani può aiutare a far rivivere un po’ di Ppe in Italia

7 Luglio 2018 alle 06:00

La buona idea di un partito conservatore

Antonio Tajani alla celebrazione dei 60 anni dei Trattati di Roma e dei 10 anni dell'Erc (foto LaPresse)

La scelta di Antonio Tajani come numero 2 di Forza Italia, se non è soltanto un’operazione cosmetica, può assumere un significato politico più rilevante di quelle legate alle varie figure che in precedenza avevano assunto ruoli simili, da Scajola a Verdini, a Alfano. Tajani ricopre una posizione di pregio, quella di presidente del Parlamento europeo, il che conferisce alla sua scelta un carattere europeista che va controcorrente, è stato eletto dall’assemblea di Strasburgo da una maggioranza conservatrice, popolare e liberale,...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi