cerca

La "tempesta perfetta" dei populisti sui mercati finanziari

La rassegna della stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli di Mundo, Financial Times, Sueddeutsche Zeitung, Telegraph, Abc

27 Giugno 2018 alle 09:20

bce

La sede di Francoforte della Bce

Immigrazione: Merkel assicura a Sanchez sostegno per Spagna, Italia e Grecia

 

Madrid, 27 giu - (Agenzia Nova) - La Spagna svolgerà un ruolo centrale nella strategia sull’immigrazione che sarà messa a punto dal Consiglio europeo questa settimana. Lo ha assicurato – secondo quanto scrive oggi “EL Mundo” – il cancelliere Angela Merkel a margine di un incontro tenuto a Berlino con il premier spagnolo, Pedro Sanchez. I due leader sono convenuti nel ritenere fondamentale che i paesi più colpiti dalla crisi migratoria si accordino per una soluzione di ampio respiro. Tali paesi, ovvero Grecia, Italia e Spagna, riceveranno appoggio dall’Unione europea, parleranno in suo nome e potranno stringere accordi bilaterali per contenere i flussi. Oltre che con la Libia, hanno fatto sapere Merkel e Sanchez, bisognerà accordarsi anche con Marocco, Algeria e Senegal.

Continua a leggere l'articolo del Mundo

 


 

Conte e Macron si incontrano nel tentativo di spegnere le tensioni sull'immigrazione

 

Londra, 27 giu - (Agenzia Nova) - il premier italiano Giuseppe Conte e il presidente francese Emmanuel Macron hanno avuto un imprevisto incontro ad una cena di lavoro nella serata di l'altroieri, lunedì 25 giugno, nel ristorante Casina Valadier nel parco di Villa Borghese a Roma, nel tentativo di spegnere le tensioni sull'immigrazione che stanno avvelenando le relazioni tra i paesi europei e che rischiano di far fallire il cruciale vertice dei capi di Stato e di governo dell'Unione Europea che si svolgerà a Bruxelles domani e dopodomani, giovedì 28 e venerdì 29 giugno: lo riporta il quotidiano economico britannico "The Financial Times", riferendo le informazioni rilasciate da ambienti governativi romani. Il presidente francese, che era a Roma per una udienza in Vaticano con Papa Francesco, si è intrattenuto per un lungo colloquio con il primo ministro italiano: al centro dell'incontro, secondo le fonti citate dal "Financial Times", c'era innanzitutto l'emergenza rappresentata dalla vicenda della nave "Lifeline" della omonima organizzazione non-governativa (Ong) tedesca a cui il governo populista italiano aveva negato l'accesso ai porti della Penisola e che solo ieri martedì 26 giugno ha ricevuto dal governo di Malta in permesso di sbarcare i 234 migranti che aveva raccolto davanti alle coste della Libia; la crisi si è risolta dopo che la Francia, l'Italia ed il Portogallo hanno ciascuno accettato di accogliere una quota dei migranti a bordo della nave. L'incontro tra Conte e Macron, scrive il "Financial Times", segna un nuovo sforzo diplomatico per ridurre le divergenze sulla questione migratoria in vista del vertice Ue: un mancato accordo su questo tema, sottolinea il giornale della City di Londra, rischierebbe di impedire i progressi su altre questioni-chiave come la riforma dell'eurozona; e potrebbe persino rappresentare un colpo letale alla leadership cancelliera tedesca Angela Merkel, il cui esecutivo rischia la crisi a causa delle richieste radicali avanzate proprio in materia di immigrazione del suo alleato bavarese, l'Unione sociale cristiana (Csu), nella fragile "grande coalizione" al governo in Germania.

Continua a leggere l'articolo del Financial Times

 


 

Conte, l'"uomo di paglia"

 

Berlino, 27 giu - (Agenzia Nova) - La "Sueddeutsche Zeitung" torna sul tema del profilo semisconosciuto del presidente del Consiglio italiano Giuseppe Conte, sostenendo che la sua dipendenza dalla linea dei leader di Lega e Movimento 5 stelle sia in qualche modo in contrasto con l'articolo 95 della Costituzione, che recita: “il presidente del Consiglio dei ministri dirige la politica generale del governo e ne è responsabile”. Secondo il quotidiano tedesco, in Italia Conte è definito alla meglio un "esecutore", e alla peggio gli vengono affibbiati epiteti come “marionetta”, “burattino". Eppure, il quotidiano tedesco ammette che al netto di queste polemiche, in poche settimane Conte ha ottenuto una grandissima popolarità tra i cittadini italiani: "uno sbalorditivo 60 per cento". A dettare la linea, comunque, sembra essere il ministro dell'Interno Matteo Salvini. Eppure, anche su questo punto le cose sembrano stare in maniera differente, ammette il quotidiano, ricordando che quanto il ministro ha avanzato la proposta di un censimenti di Sinti e Rom, Conte lo ha apertamente richiamato alla moderazione. Conte non ha nulla di un populista, scrive la "Sueddeutsche Zeitung". Il suo profilo è più affine a quello di un tecnocrate. La sua "rete di contatti" spazia dalla gerarchia della Chiesa cattolica a Confindustria. In passato ha ammesso simpatie politiche per la sinistra, ma ha accettato l’offerta dei 5 stelle. Il presidente francese Emmanuel Macron, nei giorni scorsi, pare aver tentato di far leva su queste dinamiche per creare un cuneo tra il premier e il ministro dell'Interno italiani. Ha invitato Conte a Parigi, abbracciandolo, invitandolo a una maggiore indipendenza. Secondo il quotidiano tedesco, però, questo tentativo "non ha portato molto". Domenica, al summit informale sulla migrazione a Bruxelles, Macron si è seduto accanto a Conte ed ha tuonato contro "i ministri dell'Interno che gestiscono l’agenda”. Conte ha replicato blindando l'unità dell'Esecutivo italiano: “Salvini ed io siamo uniti, abbiamo lo stesso obiettivo”. Secondo il quotidiano tedesco, si è trattato di una presa di posizione obbligata.

Continua a leggere l'articolo del Sueddeutsche Zeitung

 


 

Attenti ad un possibile "effetto Lehman" per le minacce dei populisti italiani alla stabilità dell'euro

 

Londra, 27 giu - (Agenzia Nova) - Il quotidiano conservatore britannico "The Telegraph" torna a lanciare l'allarme sul rischio rappresentato per la stabilità dell'eurozona dalle politiche fiscali del nuovo governo populista ed euroscettico dell'Italia: secondo l'analista Jeremy Warner, i due "uomini forti" dell'esecutivo di Roma, il capo del partito anti-sistema Movimento 5 stelle (M5s) Luigi Di Maio ed il leader della Lega di estrema destra Matteo Salvini, potrebbero sfruttare il volume crescente del debito italiano nei confronti della Banca centrale europea (le cosiddette "Target 2 liabilities") come uno strumento per strappare all'Ue guidata dalla Germania concessioni in materia di regole di bilancio; questa possibilità, aggiunta alle turbolenze provocate dalle "guerre commerciali" lanciate dal presidente degli Stati Uniti Donald Trump, potrebbe scatenare una "tempesta perfetta" sui mercati finanziari globali, destabilizzando l'euro ed innescando un "effetto Lehman" (in riferimento al fallimento della grande banca d'affari statunitense che diede inizio alla crisi finanziaria del 2008).

Continua a leggere l'articolo del Telegraph

 


 

“Panda a Pandino” batte ogni record

 

Madrid, 27 giu - (Agenzia Nova) - “Panda a Pandino” batte ogni record e si trasforma nel più grande raduno mondiale delle mitiche auto della Fiat. Si è celebrata ieri nel cremonese la seconda edizione della manifestazione che raccoglie tutti i proprietari di Panda d’Europa. Si calcola – secondo quanto riporta il quotidiano “Abc” - che abbiano partecipato all’evento almeno 365 persone provenienti da Italia, Germania, Belgio, Spagna, Gran Bretagna, Austria.

Continua a leggere l'articolo di Abc

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi