cerca

Da Pif a Flores d’Arcais, ecco gli avanguardisti

Chi sono gli intellettuali “de sinistra” che premono per un accordo senza se e senza ma tra Pd e M5s

19 Marzo 2018 alle 11:40

Da Pif a Flores d’Arcais, ecco gli avanguardisti

Foto LaPresse

A un certo punto ci siamo preoccupati. Dopo le proiezioni al Senato, le analisi del voto, l’Italia spaccata a metà, le richieste di reddito di cittadinanza ai Caf, sentivamo la mancanza di un appello degli intellettuali. Dove sono? Perché non parlano? Cosa dobbiamo fare? Invece, puntuale come un’enciclopedia a rate, anche stavolta arriva l’indicazione dall’alto: né col Pd, né col M5s, ma con tutti e due sì. Facile, chiaro, netto. Così si salva la democrazia. Di là c’è il fascismo,...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • CohleandHart

    20 Marzo 2018 - 21:09

    minuz come sempre eccezionale. per me è il n. 1. l'analisi è ironica ma è perfettamente vera. il cupio dissolvi della sinistra è il motore dell'alleanza, poi come in annihilation, o come la gramigna, anche il m5s sarà fagocitato dallo spirito nichilista del '68 finirà lì.

    Report

    Rispondi

  • bstucc

    19 Marzo 2018 - 12:12

    Si parte de un preconcetto sbagliato: chi ha detto che il M5S vincente sia ansioso di allearsi al perdentissimo PD?

    Report

    Rispondi

Servizi