cerca

Da Pif a Flores d’Arcais, ecco gli avanguardisti

Chi sono gli intellettuali “de sinistra” che premono per un accordo senza se e senza ma tra Pd e M5s

19 Marzo 2018 alle 11:40

Da Pif a Flores d’Arcais, ecco gli avanguardisti

Foto LaPresse

A un certo punto ci siamo preoccupati. Dopo le proiezioni al Senato, le analisi del voto, l’Italia spaccata a metà, le richieste di reddito di cittadinanza ai Caf, sentivamo la mancanza di un appello degli intellettuali. Dove sono? Perché non parlano? Cosa dobbiamo fare? Invece, puntuale come un’enciclopedia a rate, anche stavolta arriva l’indicazione dall’alto: né col Pd, né col M5s, ma con tutti e due sì. Facile, chiaro, netto. Così si salva la democrazia. Di là c’è il fascismo,...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Andrea Minuz

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • CohleandHart

    20 Marzo 2018 - 21:09

    minuz come sempre eccezionale. per me è il n. 1. l'analisi è ironica ma è perfettamente vera. il cupio dissolvi della sinistra è il motore dell'alleanza, poi come in annihilation, o come la gramigna, anche il m5s sarà fagocitato dallo spirito nichilista del '68 finirà lì.

    Report

    Rispondi

  • bstucc

    19 Marzo 2018 - 12:12

    Si parte de un preconcetto sbagliato: chi ha detto che il M5S vincente sia ansioso di allearsi al perdentissimo PD?

    Report

    Rispondi

Servizi