Antipatico è chi perdente fa

Gli italiani non perdonano gli errori, tutto qui. Renzi ne ha fatto uno solo, ma grave: ha litigato col Cav. e ha perso il referendum. Non avesse sbagliato sarebbe un’Italia diversa, e lui il più simpatico. Chi dice di no è uno scemo

Antipatico è chi perdente fa

Foto LaPresse

Tutti sappiamo che Renzi non è affatto antipatico, come dice l’Espresso, che ha un direttore molto antipatico prima facie. Toscanaccio, affabulatore, fresco, gradevole, quel tanto cazzone che basta, eppoi serio, lavoratore, divoratore di pizze, infrequentatore frequentabile di salotti buoni, politico professionale di valore, marito e padre esemplare: non basta? Però è antipatico, lo è diventato, su questo anche l’odioso Damilano, direttore dell’Espresso, ha ragione. Se dalla banale psicologia di un settimanale di ex grido passiamo alla politica, ecco tutto spiegato...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • lorenzo tocco

    lorenzo tocco

    11 Febbraio 2018 - 17:05

    A parte che matematicamente non capisco come il 6% avrebbe rovesciato l'esito del referendum (sarebbero stati il 54% di no e il 46% di sì), la simpatia e l'antipatia sono questioni soggettive, non da "chi non salta scemo è". Ho votato no perché la riforma era una porcheria, non perché Renzino mi stava antipatico (già da "Enrico stai sereno", già dagli 80 euro). Ho sempre ascoltato le varie proposte politiche, a prescindere dalla simpatia di chi le propone. Ad esempio neanche Salvini mi sta simpatico. Ma lui non ha ancora dimostrato di essere un cialtrone, come invece il "babi" (Ferrara è stato dirigente del PCI a Torino e capirà) non tanto royal. Magari solo perché non ne ha ancora avuto il tempo. Per il futuro vedremo.

    Report

    Rispondi

  • Skybolt

    10 Febbraio 2018 - 23:11

    Egregio, benvenuto tra quelli che lo dicono e scrivono da un poì. Ora resta solo dirlo al Direttore. Comunque, resta da chiedersi: essendo Renzi quello che è, e il PD quello che e' (ra), poteva fare diversamente? Io penso di no. Ha pensato di potere umiliare Berlusconi, dimostrando a Bersani che lui si li smacchia i giaguari, piazzare un burattino malleabile (Mattarella) e comunque far passare la riforma e tutto il resto, con l'aiuto di Verdini (chissà che gli aveva promesso...). Come disse Barazzutti in una famosa partita di Davis, "ecchissei?, Mandrake?".

    Report

    Rispondi

  • iksamagreb@gmail.com

    iksamagreb

    10 Febbraio 2018 - 22:10

    Da scemo qual sono, e me lo so da sempre - io m'accontento di guardare ai fatti, agli accadimenti, convinto che comunque contengano ragioni prevalenti proprio per essere accaduti. Disattrezzato come sono, cerco sempre di capire il perché dei fatti accaduti, piuttosto del perché siano accaduti malgrado le mie previsioni. Renzi ha cannato il referendum semplicemente perché ha presentato il più maldestramente possibile come sua propria personale ed inspiegata una questione che invece riguardava tutti e ciascun cittadino italiano. Almeno così è apparso, direi visti i risultati, visto da noi, cittadini "sovrani" (ridere o piangere, a piacere). Qui non c'è né simpatia né antipatia, per me c'è solo infantilismo politico: un bimbino.

    Report

    Rispondi

  • Giovanni Attinà

    10 Febbraio 2018 - 20:08

    No, caro Ferrara, Renzi non ha litigato solo con il cavaliere Berlusconi, ma anche con tanti italiani sfidandoli su un unico quesito e non più quesiti e costruendo una riforma a suo uso e consumo, tipo il senato delle autonomie, che all'epoca erano in tanti del Pd da inserire, invece di abolire il senato completamente e si è affannato a modificare ben 57 articoli della Costituzione. Poi a suo tempo anche il cavaliere aveva costruito le riforme per accontentare la Lega di Bossi, in nome della devolution. Con i l risultato che sappiamo.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi