cerca

Giovani, crudeli e determinati

Da Tamerlano a Saint-Just, per non parlar di SS. Il perturbante legame tra spietatezza, politica ed età

26 Dicembre 2017 alle 08:42

Giovani, crudeli e determinati
Serio e cupo, “nemico della gaiezza”, Tamerlano lo Zoppo aveva uno spiccato senso dell’emulazione e fin dalle sue prime campagne militari di gioventù aveva mutuato da Gengis Khan, il suo idolo, il vezzo di fare piramidi con i teschi dei nemici uccisi. Quando conquistò Aleppo le piramidi furono alte cinque metri e con un lato di tre, visibili da lontano, e i cronisti contarono ventimila teste. Ma poiché era un uomo anche fantasioso, aveva elaborato la variante ingegneristica – narrano...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi