cerca

Erdogan ha rubato Istanbul

Nella città è possibile partecipare alle elezioni, ma non è possibile vincerle

7 Maggio 2019 alle 17:31

Erdogan ha rubato Istanbul

Recep Tayyip Erdogan (foto LaPresse)

Penso che mai un furto abbia fruttato un bottino più ricco di quello che Erdogan e la sua Akp hanno appena portato via: hanno rubato Istanbul. Alla luce del sole, senza travisamenti, se non i panni di una Commissione elettorale che, smentendo la propria solenne proclamazione del risultato che già respingeva ogni genere di ricorsi, ora ha deliberato non che Imamoglu non abbia vinto e che abbia vinto Yildirim, ma che bisogna ripetere il voto. L’appiglio, questa volta, se ho capito bene, è che in alcuni seggi fossero in servizio dei pubblici funzionari. Hanno rubato Istanbul, Costantinopoli, Bisanzio, Topkapi, Santa Sofia e tutto, altro che vendere la fontana di Trevi. Un parlamentare dello svaligiato Partito Repubblicano ha detto che in Turchia è lecito partecipare alle elezioni: è solo vietato vincerle. Constatazione che chiude la discussione su che genere di regime sia quello vigente in Turchia: democratico, autoritario, tirannico, totalitario… E’ un regime in cui, allo stato attuale, si può partecipare alle elezioni, è vietato vincerle. La ripetizione avverrà il 23 giugno. Hanno il tempo di reclutare i loro fedeli a fare da palo per il secondo colpo grosso. Sarà bene piazzare qualche palo anche di qua dalla linea del furto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • romamor

    08 Maggio 2019 - 10:10

    Erdogan ha rubato l'anima di milioni di turchi, e non solo; cosa ben peggiore.

    Report

    Rispondi

Servizi