cerca

Il cortocircuito dello scontro Lega-Cina

L’ambasciata reagisce allo show di Salvini, e lui fa il martire. Ma i martiri sono altri

4 Luglio 2020 alle 06:00

Il cortocircuito dello scontro Lega-Cina

(foto LaPresse)

La manifestazione improvvisata davanti all’ambasciata della Repubblica popolare cinese a Roma, l’altro ieri, da Matteo Salvini, ha sortito l’effetto sperato. Dopo mesi, anni di silenzi, il partito che era al governo quando l’Italia ha firmato il suo ingresso nella Via della Seta e che ha delegato i rapporti con Pechino al filocinese Michele Geraci, e oggi invece si riscopre dalla parte dell’atlantismo e dei diritti, cercava lo scontro. E infatti l’ambasciata cinese, che si è contraddistinta più volte per sparate...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Redazione

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi