cerca

Con la repressione di Xi e il potere eterno di Putin torna il vecchio mondo postbellico

Il mondo globalizzato è diviso in due, un mondo due sistemi, il capitalismo con la democrazia liberale e quello senza. Cercasi un’alternativa, disperatamente

3 Luglio 2020 alle 06:04

Con la repressione di Xi e il potere eterno di Putin torna il vecchio mondo postbellico

Kenzaburo Fukuhara / Pool Photo via AP

Due presidenti a vita, in Cina e in Russia. Una oculata e feroce repressione a Hong Kong, un referendum brezneviano (Tony Barber, Financial Times) che eternizza il potere di Putin con i voti infantilizzati del paese profondo e contro le maggioranze adulte di Mosca e San Pietroburgo. Si definisce con sempre più acuta precisione il modello delle democrazie illiberali, non nella piccola Ungheria feudalizzata dal potere personale di Orbán o nella Polonia contrastata delle ultime presidenziali, ma nella gigantesca Eurasia....

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Giuliano Ferrara

Giuliano Ferrara

Ferrara, Giuliano. Nato a Roma il 7 gennaio del ’52 da genitori iscritti al partito comunista dal ’42, partigiani combattenti senza orgogli luciferini né retoriche combattentistiche. Famiglia di tradizioni liberali per parte di padre, il nonno Mario era un noto avvocato e pubblicista (editorialista del Mondo di Mario Pannunzio e del Corriere della Sera) che difese gli antifascisti davanti al Tribunale Speciale per la sicurezza dello Stato.

Leggi il curriculum dell'Elefantino scritto dall'Elefantino

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Cacciapuoti

    03 Luglio 2020 - 16:02

    Ovvietà sempre esistite. Anche 15 anni presidente di regione è la stessa pappa.

    Report

    Rispondi

  • Carlo6

    03 Luglio 2020 - 13:08

    La soluzione c’è e la dobbiamo consolidare. Ci dobbiamo credere per la disperazione che ci circonda. L’Europa e gli Stati Uniti. I primi non hanno via di uscita a questa logica, se non quella di scomparire dalla scena mondiale a venire. I secondi che ritrovino il senno e ritrovino un presidente che li riporti al centro del contesto mondiale perché America first è quello e non la miopia di un presidente alla frutta e meno male.

    Report

    Rispondi

  • Giovanni Attinà

    03 Luglio 2020 - 12:37

    Siamo alla solite con il mondo occidentale che sta a guardare per due regimi che calpestano la democrazia. Poi il comportamento dell'Italia è ancora peggiore e riguarda sia il governo che alcune forze di opposizione che sono attratte dall' amico" Putin. Sullo sfondo la vicenda di Hong Kong che dimostra come le dimostrazioni di piazza oramai sono scomparse, salvo la vicenda di George Floyd, sicuramente messa in atto per l'antipatia verso Trump che, con tutti i suoi difetti, non c'entrava niente con il razzismo, sempre esistente negli Usa, anche con Obama al potere.

    Report

    Rispondi

Servizi