La strategia di Macron per riaprire le scuole

Mauro Zanon

Il presidente francese ha parlato alla nazione e ha prolungato il lockdown fino all'11 maggio. Ma dopo, dice, la vita riprenderà gradualmente

Parigi. La Francia ha una data per ripartire, l’11 maggio. Lo ha annunciato questa sera il presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron, nel corso del suo quarto discorso alla nazione dall’inizio dell’epidemia. “Stiamo vivendo dei giorni difficili”, ha detto l’inquilino dell’Eliseo, ringraziando chi sta in “prima linea”, il personale sanitario, e si batte contro “un virus invisibile e imprevedibile”, ma senza dimenticare chi sta in “seconda linea”, ossia “gli agricoltori, gli insegnanti, le cassiere, i camionisti”, e chi rappresenta la “terza linea”, tutti quei francesi che stanno rispettando le regole, stando a casa e aiutando in questo modo a contenere il virus.

 

“I risultati cominciano a vedersi”, ha dichiarato Macron, ma la strada è ancora lunga: “Più rispetteremo le regole e più vite salveremo”. A questa crisi “non eravamo abbastanza preparati”, ha detto il capo dello stato francese, “questo virus ha ancora molti misteri”, ha aggiunto, ammettendo che ci sono state delle insufficienze nel sistema, in riferimento alla penuria di mascherine e di camici.

 

Il lockdown è prolungato fino all’11 maggio, data che rappresenterà “l’inizio di una nuova tappa”. “A partire dall’11 maggio, riapriremo progressivamente gli asili, le scuole e i licei”, ha dichiarato Macron, precisando invece che bar, ristoranti e hotel resteranno ancora chiusi. Come emerso nei giorni scorsi, il presidente ha confermato che le frontiere con i paesi esterni allo spazio Schengen saranno chiuse “fino a nuovo ordine” (la questione della chiusura delle frontiere nazionali e dell’Ue sarà nel menù del summit europeo di fine aprile).

 

Sempre a partire dall’11 maggio, ogni francese potrà procurarsi “una mascherina” che potrebbe essere obbligatoria in alcune circostanze e verranno fatti tamponi “a tutti coloro che avranno dei sintomi”. Nei prossimi giorni verranno inoltre annunciate nuove misure economiche per contrastare la crisi. “Il governo presenterà entro quindici giorni i dettagli del dopo-11 maggio”, ha anticipato Macron. Prima di concludere: “Vorrei poter dare una riposta a tutte le vostre domande. Ma con umiltà e franchezza sono qui a dirvi che non ho ancora risposte definitive. Avremo dei giorni migliori e ritroveremo i giorni felici e le virtù che oggi ci permettono di resistere”.