Opportunismo atlantico

L’incontro fra Donald Trump e Sergio Mattarella mostra che l’Alleanza non è gratis

L’opportunismo affaristico di Donald Trump nella gestione delle relazioni internazionali deve essere una opportunità per gli alleati degli Stati Uniti. Durante il governo gialloverde l’Italia aveva sbandato alla grande uscendo dal seminato dell’Alleanza atlantica, specularmente allo sbandamento antieuropeista. Quando il governo ha cambiato un colore, con il Pd, e da quando Trump ha appoggiato “Giuseppi” Conte la sbandata russa (della Lega) e cinese (del M5s) è stata gradualmente corretta.

 

Mercoledì c’è stata una correzione ulteriore nell’incontro tra il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e Trump a Washington. L’Italia, ha annunciato Trump, ha comprato altri novanta nuovi caccia F-35, una prova di fedeltà all’alleato americano nonché uno dei dossier considerati spinosi dalla Casa Bianca. Era uno dei punti su cui il Segretario di stato Mike Pompeo era stato chiaro. D’altronde a settembre l’Italia con Leonardo aveva aderito al programma Uk Tempest per la costruzione di un jet caccia multiruolo di nuova generazione che sostituirà l’Eurofighter Typhoon e che si affianca alla piattaforma tattica F-35. L’altro punto notevole per gli americani era la limitazione delle compagnie cinesi nella costruzione della infrastruttura 5G italiana, e come primo atto il nuovo governo ha dimostrato attenzione esercitando il potere di golden power. Fin qui i passi di riavvicinamento verso un atlantismo che non è ideologico ma deve essere pragmatico. E’ Trump che l’ha messa in questi termini quando ha usato l’imposizione di dazi all’importazione come forma di pressione anche verso i paesi europei. Mattarella ha iniziato un confronto proprio su questo e sarà benvenuto un tentativo di sollevare i prodotti italiani, agroalimentari in particolare, da un handicap per le esportazioni verso l’America. L’appoggio italiano alla Alleanza atlantica che era stato messo in discussione viene dunque gradualmente recuperato, ma che sia recuperato con un certo opportunismo trumpiano. Chiedendo una contropartita congrua come si fa tra gentiluomini in affari.

Di più su questi argomenti: