cerca

Nella chat delle prigioniere Isis

Il più grande campo per sfollati della Siria è una mini-replica dello Stato islamico, ma senza uomini. Crescono futuri jihadisti, messaggiano e aspettano la rivincita

13 Settembre 2019 alle 10:50

Nella chat delle prigioniere Isis

Un bambino esce assieme a una fila di donne dall'ultima enclave dello Stato Islamico in Siria, lo scorso marzo (foto Reuters)

A un certo punto lo Stato islamico ha cominciato a perdere sempre più territorio e a rimpicciolirsi, pur continuando a combattere e a tentare sortite molto pericolose. Questo processo è durato un paio di anni e quando si è concluso il gruppo terrorista era asserragliato in poche centinaia di metri quadrati in un paesello chiamato Baghouz, sulla riva dell’Eufrate. Decine di migliaia di irriducibili che avevano avuto mille occasioni di scappare decisero di restare fino all’ultimo, sempre più compressi fra...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi