cerca

L’agiata lotta sado-maso del piccolo Trotsky greco

Modesti insulti in Truce-mood a Yanis Varoufakis, il vanitoso che se ne sta con la sua lista di disturbo nel mezzo della probabile sconfitta elettorale di Alexis Tsipras, gemello buono e intelligente

7 Luglio 2019 alle 06:12

L’agiata lotta sado-maso del piccolo Trotsky greco

Yanis Varoufakis (foto LaPresse)

Yanis Varoufakis mi mette in un Truce-mood. Dovrebbe aprire una boutique di materiali sado-maso. E’ proprio un fiero imbecille, un vanitoso, un bambino viziato, di quelli che nella vita e nella politica cercano l’amor proprio e basta, se ne sta con la sua lista di disturbo, nel mezzo della probabile sconfitta elettorale di Alexis Tsipras, il gemello buono e intelligente, nella migliore tradizione dei bellâtres di estrema e ineffabile sinistra. E’ di quelli che la sanno lunga e molto coraggiosa,...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Giuliano Ferrara

Giuliano Ferrara

Ferrara, Giuliano. Nato a Roma il 7 gennaio del ’52 da genitori iscritti al partito comunista dal ’42, partigiani combattenti senza orgogli luciferini né retoriche combattentistiche. Famiglia di tradizioni liberali per parte di padre, il nonno Mario era un noto avvocato e pubblicista (editorialista del Mondo di Mario Pannunzio e del Corriere della Sera) che difese gli antifascisti davanti al Tribunale Speciale per la sicurezza dello Stato.

Leggi il curriculum dell'Elefantino scritto dall'Elefantino

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • marcoporta_itaca

    08 Luglio 2019 - 18:06

    quando leggi un pezzo e vi trovi le parole per dire quello che avresti voluto mille volte, a te stesso e ad altri, poi tacendo, perché inutilmente avresti cercato di dirlo cosí...

    Report

    Rispondi

  • lupimor@gmail.com

    lupimor

    08 Luglio 2019 - 12:12

    Kyriakos Mitsotakis è un liberale-riformista ed europeista convinto. Ha lombi culturali, familiari, e di incarichi, da far esclamare: Abbiamo in campo il Macron 2.0”. Poi occorre notare che i liberal.riformisti non sono molto popolari: negli establishment dell’informazione e contorni al potere, in Europa e nel mondo. Gli facciamo gli auguri o le pulci addosso?

    Report

    Rispondi

  • giantrombetta

    08 Luglio 2019 - 10:10

    A proposito, chi sono i referenti italiani di Varoufakis? E sono dentro o fuori quella sinistra unita per la quale sta lavorando Zingaretti al fine di costruire quella che definisce l’unica alleanza politica che può riportare il Pd al governo dell’Italia? Oddio, a leggere i numeri e la legge elettorale par di capire che comunque neanche tutta la sinistra unita ce la fa ad avere una maggioranza per governare. E dunque quando parla di future alleanze sarebbe il caso che Zingaretti precisasse con chi intende allearsi. Posto che ha già precisato mai con Salvini, ne’ Berlusconi ne’ Meloni, pare che sul piatto parlamentare non restino che i pentastellati. Magari a guida Di Battista e Figo?

    Report

    Rispondi

  • lupimor@gmail.com

    lupimor

    07 Luglio 2019 - 20:08

    “Ma si può essere più di così un manigoldo?” Manigoldo si può usare anche in tono scherzoso. Meglio: “Ma si può essere più di così, baro e disonesto intellettualmente? Sento il sogghigno: “Cantate, cantate, la mia cerchia di potere, visto in Canada?, se ne fotte di voi” Sta ai greci con un verdetto netto e voti di conseguenza autosufficienti, Tsipras o Mitsotakis, affogarlo nel ridicolo.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi