Papa Macron

Cari amici delle cosiddette élite, c’è un presidente a Parigi che parla a tutti e trionfa

17 Aprile 2018 alle 19:08

Papa Macron

Emmanuel Macron (foto LaPresse)

Mentre Di Maio si sbianchettava per accedere alle più alte cariche, e Luciano Capone andava verso il raddoppio dello stipendio, Emmanuel Macron parlava, parlava, parlava. Non solo al Parlamento europeo, un posto di rilievo ma che sembra fatto apposta per inghiottire ogni possibile parola, parlava anche in tv davanti a due giornalisti diversi dal solito, in un posto diverso dal solito, con un linguaggio diverso dal solito, e trionfava. Va bene, la Francia è percorsa da scioperi e malcontento e...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • lupimor@gmail.com

    lupimor

    18 Aprile 2018 - 17:05

    Giuliano Ferrara è un esteta. The Donald offende, Macron soddisfa in pieno questa sua peculiarità. Inutile soffermarsi sulle implicazioni politiche. Se lo si vuol fare, il principio di realtà ci impone di collocarlo nella realtà costituzionale e istituzionale francese. Agli antipodi, culturali e operativi della nostra. Lo stesso, identico Macron, traslato in italica terra, avrebbe lo stesso appeal estetico? Ne dubito assai.

    Report

    Rispondi

  • carlo schieppati

    18 Aprile 2018 - 07:07

    Molto buona l'osservazione per cui la laicità è dello Stato e non della società: almeno riesce a pensare la distinzione tra Stato e società, cosa che da noi non si riesce ancora a fare. Non capisco invece il riferimento alla democrazia autoritaria: la democrazia può degenerare (quasi sempre lo fa) in totalitarismo e totalitarismo e autoritarismo sono concetti affatto diversi. Per esempio la democrazia incarnata da Macron è la sua degenerazione in totalitarismo tecnocratico al servizio di circoli finanziari e corporazioni produttive che sanno letteralmente inventarsi delle guerre con milioni di vittime mascherati da interventi umanitari. Comunque è veramente spassosa l'infatuazione dell'Elefantino per il robottino uscito dai laboratori della Rothschild.

    Report

    Rispondi

Servizi