cerca

Previsioni da decrescita

La recessione non è lontana e per evitarla non basta giocare con gli zero virgola

4 Dicembre 2018 alle 20:49

Previsioni da decrescita

Giovanni Tria (foto LaPresse)

Se perfino Arturo Artom, autodefinitosi imprenditore vicino a Davide Casaleggio nonché presidente (ma la questione è incerta) di Confapri, che sta per “Conferenza permanente di esperti delle attività produttive per un rinascimento italiano”, il think tank che doveva avvicinare i Cinque stelle al tessuto produttivo del nord, vede nero sul pil, il 2019 rischia davvero di essere l’anno della recessione, non della stagnazione. Artom stima che il trimestre in corso si chiuda a meno 0,4 per cento, dopo lo 0,1...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi