Così s’affossa la follia salvinian-grillina di cancellare la Fornero

Il pilastro propagandistico del “cambiamento” s’infrange contro le obiezioni della Corte dei Conti e del saggio Brambilla (Lega)

Luciano Capone

Email:

capone@ilfoglio.it

14 Luglio 2018 alle 06:00

Così s’affossa la follia salvinian-grillina di cancellare la Fornero

Luigi Di Maio (foto LaPresse)

Roma. Dopo i vitalizi è il turno delle “pensioni d’oro”. L’obiettivo è “ finanziare le pensioni di cittadinanza con il taglio delle pensioni d’oro”. Il disegno di legge verrà presentato la prossima settimana e “prima della pausa estiva spero di portarla a casa”, ha detto il ministro del Lavoro Luigi Di Maio. Il provvedimento avrà l’obiettivo di ridurre la pensione a “gente che ha versato contributi per mille euro e sta prendendo pensioni da 60 mila euro, parassiti sociali a...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • lorenzo tocco

    lorenzo tocco

    14 Luglio 2018 - 19:07

    Per una volta d'accordo, faccio comunque notare che il saggio Brambilla della Lega è quello che ha proposto la rottamazione della legge Fornero sostituendola con la quota 100, una riforma che secondo molti farebbe risparmiare 5 miliardi di meno allo stato, quindi abbastanza sostenibile, per esempio abolendo gli inutili 80 euro (costp 10 mld/anno, ne avanzerebbero ancora 5)

    Report

    Rispondi

Servizi