Il diluvio non è superato

I mercati danno poca fiducia a Conte e Lady Spread può ballare come nel 2011

7 Giugno 2018 alle 06:02

I tempi (lunghi) del governo e il corteggiamento Trump-Kim. Le notizie del giorno, in breve

Giuseppe Conte (foto LaPresse)

Il discorso con cui il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha ottenuto la fiducia del Parlamento è stato ascoltato con più attenzione all’estero che dal popolo italiano, avvezzo a inconcludenti proclami programmatici. Sfortunatamente per il governo Lega-M5s non è colpa del Bilderberg che si riunisce a Torino o di presunti complotti della Banca centrale europea se gli investitori sono guardinghi: l’aver giurato di non volere uscire dall’euro non è una garanzia granitica detto da partiti che hanno fatto dell’euroscetticismo una...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Giovanni

    07 Giugno 2018 - 09:09

    I mercati fanno bene a non fidarsi. Questi che tanto hanno promesso e altrettanto non potranno mantenere ad un certo punto saranno costretti a fare il gioco delle tre carte "...guardino signori, guardino...non c'è trucco , non c'è inganno..." . Aumenteranno la fiscalità sulle seconde case? Probabile, Faranno qualche trucchetto sui carburanti, specialmente sul gasolio ? Probabile anche questo. I farmaci? Useranno il metodo della zanzara: succhieranno il sangue senza che la "ggente" se ne accorga. Una patrimoniale fantasma, condita da qualche adunata oceanica e il vocabolo "cambiamento" scandito dalle masse osannanti.... Chissà perchè mi ricorda qualcosa.

    Report

    Rispondi

Servizi