Settentrione a bassa velocità

No Tav e Alitalia statale. Per questo il nord produttivo ha votato Salvini?

18 Maggio 2018 alle 06:06

Settentrione a bassa velocità

Un'attivista No Tav (foto LaPresse)

Buttare a mare la Tav, l’alta velocità ferroviaria Lione-Torino (destinata a raggiungere Trieste e i Balcani) e risalvare l’Alitalia? Ecco un punto – il numero 25 a pagina 33 – del contratto di governo Lega-M5s che Matteo Salvini potrebbe spiegare ai contribuenti italiani, e agli elettori e amministratori del nord dove il Carroccio governa e spopola. Anche mettendo tra parentesi il richiamo della commissaria Ue ai Trasporti Violeta Bulc che ricorda come l’Italia abbia sottoscritto già dal 2014 impegni finanziari...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi