cerca

Come sarà l’Italia dopo la grande pennichella

Forse è un’illusione, ma si può immaginare un paese che avrà alle spalle una teoria di lutti, grandiosità, solidarietà, bellurie anche, e davanti a sé una graduale, lenta ripresa di energia in cui si farà tesoro degli errori e anche delle cose buone e delle scelte fatte appena in tempo

15 Marzo 2020 alle 06:00

Come sarà l’Italia dopo la grande pennichella

Foto LaPresse

Le retoriche italiane sono in genere insopportabili: la bellezza, il canto, la luna rossa. Ma ora con la zona rossa sono un giogo leggero, diventano tollerabili fino alla commozione, ora che un maligno ci caccia in casa, svuota le strade a forza e i parchi, riempie appartamenti e palazzi e balconi, ora il mandolino acquista un suo suono sobrio, perfino lui, come la chitarra, la schitarrata, la gola rischiarata, il corale di quartiere, tutto l’impasto di melodramma felice in mezzo...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Giuliano Ferrara

Giuliano Ferrara

Ferrara, Giuliano. Nato a Roma il 7 gennaio del ’52 da genitori iscritti al partito comunista dal ’42, partigiani combattenti senza orgogli luciferini né retoriche combattentistiche. Famiglia di tradizioni liberali per parte di padre, il nonno Mario era un noto avvocato e pubblicista (editorialista del Mondo di Mario Pannunzio e del Corriere della Sera) che difese gli antifascisti davanti al Tribunale Speciale per la sicurezza dello Stato.

Leggi il curriculum dell'Elefantino scritto dall'Elefantino

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • eleonid

    16 Marzo 2020 - 08:50

    Quello che mi auguro è di non correre più dietro ai pifferai magici , sia che si parli di climate change, di no vax ,di decrescita felice e via discorrendo.

    Report

    Rispondi

    • Skybolt

      16 Marzo 2020 - 10:48

      Si aggiorni, ora si porta moltissimo la decrescita infelice. Buon riposo.

      Report

      Rispondi

  • In77rn

    16 Marzo 2020 - 08:14

    Che bello cantare dai balconi e baciare la foto di Conte ma non la propria mogli prima di andare a letto. E sorridere pensando che il lavori di una vita sua andato a puttane. E gioire nel divenire poveri, togliere il futuro ai propri figli, che iniziano a capire quanto inutile sia il sacrificio e lo studio. Tutto bellissimo.

    Report

    Rispondi

    • Aristofaneo

      17 Marzo 2020 - 20:36

      Se sua moglie si rifiuta di baciarla, caro signor In77rn, forse lei dovrebbe guardare altrove rispetto al virus. Per il resto: la crisi del 2008 fu molto simile. Direi che non è niente di nuovo.

      Report

      Rispondi

  • francoluppis

    15 Marzo 2020 - 21:25

    il Covid è come l'influenza, tornerà l'inverno prossimo, non è un fenomeno Una tantum, è una serie come Netflix

    Report

    Rispondi

  • lupimor@gmail.com

    lupimor

    15 Marzo 2020 - 18:40

    Grande pennichella. La magia delle parole. Valido aiuto al momento. Rimango scettico sul suo valore propedeutico, vaccinale. La storia dell'uomo è abbondantemente cosparsa di pennichelle. Nessuna ha prodotto gli anticorpi contro "il come dovrebbe essere" e le sue multiple, conflittuali interpretazioni: culturali, politiche, economiche, religiose Però, finché viviamo è impossibile sottrarvisi. Hic manebimus optime.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi