Le notizie del giorno in breve

Conte in Turchia e il primo accordo tra America e Cina sui dazi

Tutto quello che è successo in Italia e nel mondo senza fronzoli e divagazioni  

DALL'ITALIA

  

Il dossier Libia al centro dell’incontro tra Conte ed Erdogan. Il presidente del Consiglio è stato accolto ieri ad Ankara dal presidente turco. “Abbiamo condiviso con Erdogan l’urgente necessità di porre fine all’escalation sul terreno libico”, ha detto Conte al termine dell’incontro. “Mi auguro che si arrivi al più presto al cessate il fuoco permanente”, ha aggiunto Erdogan.

Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha fatto visita al presidente tunisino Kais Said: “Non ci può essere una soluzione” del conflitto libico “senza il coinvolgimento dei paesi vicini alla Libia”.


  

Gli investitori di Atlantia scrivono all’Ue. Secondo fonti finanziarie, sarebbe pronta una lettera indirizzata alla Commissione europea per protestare contro la norma del decreto Milleproroghe che modifica le concessioni autostradali.

Il cda di Atlantia ha nominato il consigliere Carlo Bertazzo quale nuovo amministratore delegato della società.


  

Salini formalizza le nomine in Rai per le direzioni di rete e generi. Dovranno essere approvate oggi in cda. Tra gli altri, Stefano Coletta alla direzione di Rai1 e dell’Intrattenimento di prime time, Ludovico Di Meo alla guida di Rai2 e della direzione Cinema e serialità. Mancano ancora le nomine per i telegiornali.


 

“L’offerta di Zingaretti fa riflettere”. Il leader delle sardine Mattia Santori risponde all’apertura del segretario del Pd al movimento.


  

Borsa di Milano. Ftse-Mib -0,51 per cento. Differenziale Btp-Bund a 154 punti. L’euro chiude stabile a 1,11 sul dollaro.

  

DAL MONDO

   

La Cina non sarà più un paese manipolatore di valuta per il dipartimento del Tesoro, ha fatto sapere ieri un funzionario dell’Amministrazione americana. La decisione precede la firma, prevista per mercoledì, della prima fase dell’accordo tra Washington e Pechino per fermare la guerra commerciale. Il dipartimento aveva segnalato la Cina come manipolatore di valuta lo scorso agosto, dopo che Pechino aveva deciso di svalutare lo yuan ai minimi degli ultimi 11 anni.


  

Cory Booker si è ritirato dalle primarie del Partito democratico americano in vista delle elezioni presidenziali. Il senatore del New Jersey è il sedicesimo tra i democratici a rinunciare alla candidatura.


 

Elisabetta II sostiene i duchi di Sussex e la loro decisione di diventare più indipendenti dalla famiglia reale. La Regina ha annunciato un periodo di transizione e ha detto che la famiglia approva la decisione.


 

Emmanuel Macron ha convocato il G5 Sahel (Ciad, Niger, Burkina Faso, Mali, Mauritania), per cercare una strategia contro gli attacchi jihadisti nella regione.


  

“Joker” ha ricevuto 11 candidature all’Oscar. Il film di Todd Phillips è seguito da “C’era una volta… a Hollywood” di Quentin Tarantino, “The Irishman” di Martin Scorsese e “1917” di Sam Mendes con dieci ciascuno. La cerimonia sarà il 10 febbraio.


  

Lo stilista Christophe Josse ha annullato la sfilata a Parigi a causa degli scioperi che potrebbero andare avanti anche durante la settimana parigina della moda.

Di più su questi argomenti: