A Hong Kong la polizia ha arrestato 400 persone

Tutto quello che è successo in Italia e nel mondo senza fronzoli e divagazioni

DALL'ITALIA

“Al via la revoca delle concessioni ai Benetton”, dice Luigi Di Maio. Secondo il capo politico del M5s la norma per rivedere l’affidamento delle autostrade ad Atlantia sarebbe stata inserita nel decreto milleproroghe. “La retorica per cui si perdono posti di lavoro con la revoca delle concessioni è una sciocchezza”, ha aggiunto.

Il ministro degli Esteri ha rispolverato l’idea di sottoscrivere un contratto con gli alleati di governo. 

 


 

È in vigore lo stop alla prescrizione dopo il primo grado di giudizio. Il ministro della Giustizia Bonafede esulta: “Molto orgoglioso”. 

 


 

Gianluigi Paragone espulso dal M5s. Lo ha deciso il collegio dei probiviri.

 


 

Arturo Scotto aggredito da neofascisti. L’ex deputato di Mdp era intervenuto per sedare alcuni cori antisemiti in Piazza San Marco, a Venezia. 

 


 

Un morto e 204 feriti per i botti di fine anno. Lo ha reso noto il Viminale. 

 


DAL MONDO 

 

A Hong Kong la polizia ha arrestato 400 persone. Alla manifestazione del primo giorno dell’anno contro il governo ha partecipato un milione di persone, secondo gli organizzatori. Durante le proteste autorizzate ci sono stati degli scontri con la polizia che ha usato gas lacrimogeni e cannoni ad acqua. 

 


 

Netanyahu chiederà l’immunità parlamentare, lo ha annunciato ieri sera in tv. Il premier israeliano, vincitore delle primarie del Likud, è stato incriminato per corruzione, frode e abuso d’ufficio in tre casi. 

 


 

Ci sono state tre vittima in Australia durante la giornata di ieri. Il bilancio delle morti dall’inizio degli incendi è salito a 15.

 

 


 

Il Papa si è scusato durante l’Angelus per aver perso la pazienza con una fedele che lo aveva strattonato martedì sera. 

 


 

Manifestazioni in Francia il 9 gennaio contro la riforma delle pensioni. Lo ha annunciato il segretario generale della Cgt.

 

Di più su questi argomenti: