cerca

Contro gli abusi sugli abusi

L’indagine a Reggio Emilia sulla presunta sottrazione di minori sulla base di finti abusi è un’occasione per vaccinare l’Italia da chi trasforma i processi in caccia alle streghe

9 Luglio 2019 alle 06:28

Contro gli abusi sugli abusi

Foto LaPresse

Un sano approccio garantista e il ricordo dei tanti processi mediatici poi finiti nel nulla dovrebbero indurre a esaminare con molta prudenza il caso di Reggio Emilia sulla presunta sottrazione di minori dalle proprie famiglie sulla base di finti abusi.   Angela Lucanto, Bassa modenese, Rignano Flaminio, Reggio Emilia. C’è un filo che collega alcuni casi di abusi che non lo erano L’inchiesta “Angeli e Demoni”, coordinata dalla pm Valentina Salvi, ha portato all’adozione di misure cautelari per 18 persone...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • verypeoplista

    verypeoplista

    09 Luglio 2019 - 16:04

    Facciamola breve, e diciamo le cose nella loro giusta ottica che non è sulla psicologia ma su fatti penalmente gravissimi, a livello di "stupro" di minorenni e quando artatamente dice l'accusa vennero falsate le condizioni di necessità che portano a togliere i bambini ai genitori per darli in affido (pagato dalla legge) a altre famiglie di un giro amicale e, addirittura di genere:il sindaco Carletti (PD)di Bibbiano al quale vengono confermate le misure cautelari e la Responsabile Servizio sociale dell'Unione Val D'Elsa Anghinolfi, protagonista dell'inchiesta,insieme a altre otto persone assistenti sociali per lo più imputati. Ricapitolando l'accusa concerne:1)bambini tolti ai genitori a Reggio Emilia, 2)bambini affidati a famiglie( "amici degli amici")dove qualcuno dei bambini venne anche stuprato.Un fattaccio bruttissimo che se reggerà alle accuse pone gli esecutori a un livello così in basso nella scala umana che guardandoci allo specchio arrossiremmo dalla vergogna di essere uman

    Report

    Rispondi

  • joepelikan

    09 Luglio 2019 - 08:08

    Il problema di base di tutto ciò è che, nonostante la strenuità con cui gli psicologi cercano di accreditarsi come scienziati, la psicologia non è una scienza nel senso galileiano del termine, ma al più una branca della filosofia o una disciplina pratica, una "filosofia della prassi".

    Report

    Rispondi

    • gheron

      09 Luglio 2019 - 11:11

      L'inflazione subìta dalla parola SCIENZA negli ultimi decenni ( quanti corsi di laurea si sentirebbero buzzurri senza questa parolina? ) è pari a quella della parola PNEUMA ( da "principio di vita" e "soffio divino" a ruota di scorta su una carriola ) In due millenni e mezzo di storia dell'umanità. Altra parola abusata: PROGRESSO. Qualcuno vuole parlarcene?

      Report

      Rispondi

      • verypeoplista

        verypeoplista

        09 Luglio 2019 - 17:05

        "Il Progresso ha sempre ragione, anche quando ha torto" Marinetti.

        Report

        Rispondi

Servizi