L'appello di Di Maio alla Lega e il summit Erdogan-Putin-Rohani. Le notizie del giorno in breve

Tutto quello che è successo mercoledì in Italia e nel mondo senza fronzoli, fuffa e divagazioni 

4 Aprile 2018 alle 21:56

Le consultazioni e il summit Erdogan-Putin-Rohani. Le notizie del giorno in breve

Foto LaPresse

DALL'ITALIA

  

“Noi offriamo un contratto alla tedesca”, dice Di Maio respingendo le accuse di volere un inciucio con la Lega o il Pd. “La Lega deve decidere da che parte stare: se contribuire al cambiamento o se invece rimanere ancorata al passato e a Silvio Berlusconi”, ha aggiunto Di Maio. “Nessuno ha la maggioranza per fare il governo e porre condizioni è un modo sbagliato di partire, legato alle poltrone”, dice Giancarlo Giorgetti (Lega).


“Salvini non cada nella trappola grillina” ha detto Giorgia Meloni al termine delle consultazioni al Quirinale.


Mediapro incontra Mediaset e Sky nell’ambito della trattativa per la vendita dei diritti tv del calcio dal 2018 al 2021.


E’ morto Mauro Pianta. 47 anni, giornalista torinese, era stato collaboratore del Foglio. Alla famiglia le condoglianze della redazione.


Borsa di Milano. FtseMib -0,30 per cento. Differenziale Btp-Bund a 124 punti. L’euro chiude in rialzo a 1,22 sul dollaro.

  

DAL MONDO

  

La Cina risponde all’America con dazi da 50 miliardi di dollari. Oggi Washington ha annunciato dazi del 25 per cento su circa 1.300 prodotti cinesi legati in gran parte all’industria hi-tech e Pechino ha risposto nel giro di poche ore, con dazi su 106 prodotti che comprendono le automobili, la soia e gli aeroplani. Nelle prime contrattazioni, oggi i listini di Borsa americani sono scesi tra l’1,5 e il 2 per cento.


Zuckerberg testimonierà l’11 aprile davanti alla commissione per l’Energia e il Commercio del Congresso americano. Dovrà rispondere dell’“uso e della protezione” dei dati degli utenti Facebook.


Summit Erdogan-Putin-Rohani. I tre capi di stato si sono incontrati oggi ad Ankara. Nel comunicato finale, hanno annunciato di voler “aumentare gli sforzi per la calma sul campo” in Siria. Annunciato inoltre un accordo per costruire una centrale atomica russa in Turchia.


L’Austria vuole vietare l’hijab alle bambine. Il governo ha allo studio una legge per vietare il velo nelle scuole elementari e negli asili.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi