cerca

Buone cose per cui verrà ricordato Piero Ottone. Il suo Corriere, forse no

Il giornalismo come mestiere elegante e le opinioni sui fatti, un giornalista metodico, cosmopolita, di polita scrittura, di vocazione anglosassone (un po’ mitologizzante) che ha fatto delle notizie separate dalle opinioni il proprio motto araldico

17 Aprile 2017 alle 19:14

Buone cose per cui verrà ricordato Piero Ottone. Il suo Corriere, forse no

Piero Ottone con Paolo Sylos Labini nel 2003

Bisogna cominciare da un omaggio non d’occasione – in questi tempi di fake news incistate sull’uso improprio dei pareri a vanvera – per il giornalista metodico, cosmopolita, di polita scrittura, di vocazione anglosassone (un po’ mitologizzante) che ha fatto delle notizie separate dalle opinioni il proprio motto araldico. Prima da corrispondente a Londra e poi nell’Unione sovietica di Kruscev con la direzione del Corriere di Mario Missiroli e poi da commentatore di fatti italiani ed esteri. E ovviamente da direttore...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Maurizio Crippa

Maurizio Crippa

Maurizio Crippa, vicedirettore, è nato a Milano un 27 febbraio di rondini e primavera. Era il 1961. E’ cresciuto a Monza, la sua Heimat, ma da più di vent’anni è un orgoglioso milanese metropolitano. Ha fatto il liceo classico e si è laureato in Storia del cinema, il suo primo amore. Poi ci sono gli amori di una vita: l’Inter, la montagna, Jannacci e Neil Young. Lavora nella redazione di Milano e si occupa un po’ di tutto: di politica, quando può di cultura, quando vuole di chiesa. E’ felice di avere due grandi Papi, Francesco e Benedetto. Non ha scritto libri (“perché scrivere brutti libri nuovi quando ci sono ancora tanti libri vecchi belli da leggere?”, gli ha insegnato Sandro Fusina). Insegue da tempo il sogno di saper usare i social media, ma poi grazie a Dio si ravvede.

E’ responsabile della pagina settimanale del Foglio GranMilano, scrive ogni giorno Contro Mastro Ciliegia sulla prima pagina. Ha una moglie, Emilia, e due figli, Giovanni e Francesco, che non sono più bambini

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi