cerca

La risposta dei vescovi al Congresso mondiale delle famiglie

La chiesa critica il forum veronese ma quali alternative propone? Bassetti indica una strada

1 Aprile 2019 alle 20:07

La risposta dei vescovi al Congresso mondiale delle famiglie

Una riunione della Cei (foto LaPresse)

Roma. D’accordo sulla sostanza ma non sulle modalità. L’hanno detto nell’ordine il cardinale segretario di stato Pietro Parolin, il Papa e il vescovo di Verona, commentando il Congresso delle famiglie che si è tenuto nello scorso fine settimana. Che poi la sostanza sarebbe pure decisiva, molto più delle disquisizioni sul fatto che a parlare al popolo lì convenuto ci fossero Alessandro Meluzzi, primate metropolita della chiesa ortodossa italiana, Maria Giovanna Maglie e Antonio Maria Rinaldi. Anche perché non c’erano solo...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Matteo Matzuzzi

Matteo Matzuzzi

E' nato a Udine nel 1986. Si è laureato per convinzione in diplomazia e per combinazione si è trovato a fare il giornalista. Ha sperimentato la follia di fare l'arbitro di calcio, prendendosi pioggia e insulti a ogni weekend. Milanista critico e ormai poco sentimentale, ama leggere Roth (Joseph, non Philip) e McCarthy (Cormac). Ha la comune passione per le serie tv americane che valuta con riconosciuto spirito polemico. Al Foglio si occupa di libri, chiesa, religioni.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • filotea62

    02 Aprile 2019 - 09:09

    Francamente la CEI non la capisco. Sono stato a Verona e si è parlato proprio delle iniziative concrete di cui parla il cardinale e che ci aspettiamo dalle forze politiche che, a parole, sono d'accordo. La verità è un'altra. È che nella Chiesa si ha paura a prendere posizioni chiare, ad esporsi, è dal Family Day del 2015 che i vescovi si sono defilati per paura e, da parte di qualcuno, per contiguità con il PD, contiguità che si è dimostrata anche nella vergognosa scelta di non denunciare e combattere le unioni civili, quelle che per la Chiesa dovrebbero essere un abominio. Ora, nel timore che scappino gli ultimi buoi che danno loro ascolto a causa dell'autorità di cui sono investiti, fingono di cercare alternative credibili. Purtroppo è tardi.

    Report

    Rispondi

  • eleonid

    02 Aprile 2019 - 08:08

    La verità,a mio avviso, è che sostenere la famiglia naturale così come intesa per secoli ,da parte di tutte le civiltà , è riconoscere che essa nasce da un uomo e una donna che procreano figli. Uomo e donna che si sostenevano a vicenda con ruoli ben definiti , ma che vedevano la donna sottomessa all'uomo . Certo è che su come si concretizzava la sottomissione è tutto da discutere , ma è fuori di dubbio che sul piano giuridico , nelle civiltà organizzate che si sono venute formando, l'uomo esprimeva la sua supremazia all'interno della coppia. Questa mentalità sembra non funzionare più ormai da svariati anni ed ecco che la famiglia naturale così concepita fa a cazzotti con le nuove civiltà occidentali, in cui la donna giustamente ha rivendicato la sua parità giuridica. Cosa fare? Tornare indietro ,al passato, lo vedo molto difficile se non impossibile. Quindi si deve andare avanti permettendo a tutti le proprie scelte secondo coscienza inquadrate in un ben ordinamento giuridico.

    Report

    Rispondi

  • lucaderocco

    01 Aprile 2019 - 22:10

    In Germania entrambi i genitori possono sospendere il lavoro per dedicarsi al bimbo per qualche mese. In Italia i padri possono stare a casa giusto un paio di giorni. È da qui che si deve partire per dare fiducia ad una giovane coppia desiderosa di avere figli

    Report

    Rispondi

  • joepelikan

    01 Aprile 2019 - 20:08

    La CEI, ovvero l'ufficio affari religiosi del PD... Tutta gente che ha paura di non essere più inivitata ai vernissage se dice una parola fedele a Cristo. Bah, aspettiamo che si facciano dire cosa fare da Bonino e Cirinnà.

    Report

    Rispondi

    • miozzif

      02 Aprile 2019 - 00:12

      Vero pesce d'aprile mescolare la Chiesa di Cristo con le bestialità leghiste. Dunque i vescovi tradiscono il Vangelo 'per essere invitati ai vernissage': ma siamo allo sproloquio. E poi i due nomi che si fanno saranno di politici nient'affatto simpatici ma quelli che sotto sotto vengono contrapposti loro sono ancora più estranei alla Catholica, a comlinciare dal tipo che qui chiamano il Truce e che profana il rosario per raccattare voti.

      Report

      Rispondi

    • lucaderocco

      01 Aprile 2019 - 22:10

      Non esageriamo dai

      Report

      Rispondi

Servizi