Macron sfida i laicisti

Svolta. Il presidente francese elogia i cattolici di fronte ai vescovi. Le due debolezze che si tengono a vicenda

Matteo Matzuzzi

Email:

matzuzzi@ilfoglio.it

11 Aprile 2018 alle 06:00

Macron sfida i laicisti

Il presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron (foto LaPresse)

“Macron alla conquista dei cattolici francesi”, titola l’Osservatore Romano raccontando il lungo discorso che il presidente della République ha tenuto lunedì sera al Collège des Bernardins di Parigi, invitato dalla Conferenza episcopale nazionale. Era una prima volta, mai un capo dello stato francese aveva preso la parola davanti a una platea di vescovi, parlando di trascendenza e martirio, santità e vocazione, salvezza e assoluto, speranza e conversione. Talmente “tanti concetti cattolici” – così ancora l’Osservatore Romano – che le rigide...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Dario

    Dario

    11 Aprile 2018 - 18:06

    Facciamo un gioco. Quale politico italiano oggi sarebbe in grado di parlare di "trascendenza e martirio, santità e vocazione, salvezza e assoluto, speranza e conversione", e di farlo soprattutto in modo credibile? Penso ai cosiddetti vincitori di queste elezioni, ma anche ai perdenti.

    Report

    Rispondi

  • iksamagreb@gmail.com

    iksamagreb

    11 Aprile 2018 - 08:08

    Speriamo che Macron sia davvero convinto delle sue parole, pesanti e importanti. Solo con quelle convinzioni di principio infatti il suo en-marche avrebbe contenuti realistici, positivi e costruttivi, a rilancio e rifondazione della Civiltà con la C maiuscola non solo per la Francia ma per l'Europa e l'Occidente intero - provvidenziale per emergere da questa globalizzazione che rischia di inglobarci nell'islamismo pre-medioevale. Per ora, possiamo almeno dire che il laikismo è nudo?

    Report

    Rispondi

  • mauro

    11 Aprile 2018 - 08:08

    Sarà dura, ma in Francia nessun rivolgimento è impossibile. Del resto in Europa non assistiamo a una versione politicamente corretta del cuius regio eius religio con appunto il pol cor al posto delle fazioni religiose tradizionali ?

    Report

    Rispondi

Servizi