cerca

Cosa dice l'articolo 289-ter, che sembra scritto apposta per la vicenda della nave Diciotti

La legge sul "sequestro di persona a scopo di coazione". In ogni caso una soluzione giudiziaria per un problema politico può creare più problemi di quanti ne risolva

24 Agosto 2018 alle 18:59

Cosa dice l'articolo 289-ter, che sembra scritto apposta per la vicenda della nave Diciotti

Terza notte di attesa al porto di Catania per i 177 migranti a bordo della nave Diciotti (foto LaPresse)

Lo scorso 22 marzo la Gazzetta Ufficiale ha pubblicato, conferendogli esecutività, un nuovo articolo del codice penale che si attaglia perfettamente alla vicenda della nave Diciotti. Il nuovo articolo del codice è frutto, insieme ad altri, della riforma complessiva della giustizia varata, solo in parte come è noto, dal ministro Andrea Orlando. Si tratta dell’articolo 289-ter, che riguarda il “sequestro di persona a scopo di coazione” e punisce con la reclusione da 25 a 30 anni “chiunque, fuori dai casi indicati dagli articoli 289 bis [sequestro per terrorismo o eversione NdR] e 630 [sequestro a scopo di rapina o estorsione] sequestra una persona o la tiene in suo potere minacciando di ucciderla, di ferirla o di costringere un terzo [di questo si tratta NdR] sia questi uno Stato, una organizzazione internazionale fra più governi [per esempio la UE NdR], una persona fisica o giuridica o una collettività di persone fisiche a compiere un qualsiasi atto o ad astenersene, subordinando la liberazione della persona sequestrata a tale azione od omissione”. Il nuovo articolo indubbiamente descrive la situazione creatasi con la nave Diciotti secondo una interpretazione non solo avallata ma addirittura rivendicata dal ministro Salvini. Resta da capire però se dal punto di vista tecnico possa configurarsi l’abuso d’ufficio, necessariamente preliminare al sequestro di fatto dei naufraghi, in assenza, a quanto pare, di atti formali, sostituiti da proclami dal balcone dei social. Fermo restando che in ogni caso una soluzione giudiziaria per un problema politico può creare più problemi di quanti ne risolva, come l’esperienza insegna.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • iksamagreb@gmail.com

    iksamagreb

    25 Agosto 2018 - 12:12

    Già. L'esperienza dei precedenti governi - tutti - di non esser riusciti una sola volta ad evitare che l'Erocrazia l'abbia messa in …là ai nostri ridenti governanti di turno, pronti a distribuire direttamente il cetriolo agli italiani che lavorano tribolano e pagano tasse saldando il conto finale per mantenere tutto il carrozzone dei furbastri. Ma storia dimostra - mio nonno m'insegnava che la legge e la prigione son fatte per chi è coglione - che la carta può vincere finchè si è disposti a giocare a carte, ma se il gioco si fa duro... E si sta facendo duro.

    Report

    Rispondi

  • luigi.desa

    25 Agosto 2018 - 12:12

    Barufffe chiozzotte . anzi da pesci ghiozzi .Una caciarata come nelle trsamissioni di Gilletti.Demagogia, faziosità , cinismo tutto ammantato da falsità ipocrisia . Una propaganda becera .Il peggio è il buonismo da manuale del perfetto militante de sinistra che non si accorge che il suo buonismo è la parodia di quello cristiano e tutti ridono di Martina che della Boldrini c'era stata gia risata omerica al suo apparire.

    Report

    Rispondi

  • chilliundpasta

    25 Agosto 2018 - 08:08

    Gentile Bordin. Grazie per queste brevi note che aiutano a capire oltre che ad informarsi ( premessa necessaria sempre, quella di informarsi).

    Report

    Rispondi

  • Vittorio62

    24 Agosto 2018 - 23:11

    però è anche vero che in regime di obbligatorieta' dell'azione penale e in assenza di immunità prevista dalla costituzione se il ministro commette un reato bisogna perseguirlo e punirlo, senza che i possibili effetti politici possano minimamente influire sul corso della giustizia: se così non fosse avremmo un esecutivo non tenuto al rispetto del codice penale e la fine dello stato di diritto

    Report

    Rispondi

Servizi