cerca

Vincent Lambert, l'omicidio di un innocente

E’ morto ieri in Francia Vincent Lambert, dopo la sospensione per via giudiziaria di cure e alimentazione (contro la volontà dei genitori). Redeker ci spiega perché il 42enne tetraplegico è diventato “il capro espiatorio della nostra barbarie”

11 Luglio 2019 alle 18:57

Vincent Lambert, “il capro espiatorio della nostra barbarie”

foto LaPresse

Roma. E’ morto ieri mattina alle 8.24 nell’ospedale centrale di Reims, nel nord della Francia, dove era ricoverato da anni. Si è conclusa così la vita di Vincent Lambert, il tetraplegico 42enne cui i medici, per ordine di un tribunale, avevano sospeso da dieci giorni alimentazione e idratazione. Di “crimine di stato” e “vergogna per la Francia” hanno parlato i genitori, Viviane e Pierre Lambert, dopo anni di battaglie e testimonianze. Papa Francesco ha denunciato la “civiltà che elimina le...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Giulio Meotti

Giulio Meotti

Lavora al Foglio dal 2003. Si è laureato in Filosofia. Ha scritto per il Wall Street Journal. È autore di quattro libri su Israele, alcuni tradotti in più lingue. È sposato. Ha due figli.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi