cerca

Dio ci salvi dalla Rai2 sovranista

La televisione pubblica riacquista il suo ruolo di emittente senza censure. Ma siamo sicuri che sia un bene?

5 Gennaio 2019 alle 06:00

Dio ci salvi dalla Rai2 sovranista

Il nuovo direttore di Rai2 Carlo Freccero (Foto Imagoeconomica)

La televisione pubblica riacquista finalmente, con Rai2, il suo ruolo di apripista dell’informazione senza censure e dell’approfondimento conseguente, essa si ripropone nella naturale funzione di animatrice del dibattito culturale che le è propria e di innalzamento dell’asticella riguardo al confronto delle idee, sceso negli ultimi tempi a livelli preoccupanti. Avranno finalmente spazio immagini non paludate, in grado di stimolare la riflessione del pubblico. Tipo questa: “Mattarella immerso in una vasca da bagno, con Renzi e Zingaretti che gli pisciano addosso, Giuliano Amato che gli caga in bocca e la Boldrini in completo sadomaso che li frusta tutti”. Perché anche la buona satira serve a tirar su il paese.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • giantrombetta

    07 Gennaio 2019 - 09:09

    Oserei dire che siamo a fine corsa, se da noi la corsa non avesse purtroppo mai fine. Corsa verso dove per educazione e decenza si risparmia di precisare.

    Report

    Rispondi

Servizi